Castello Visconteo (Locarno)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Il Castello Visconteo

Il Castello Visconteo[1] è un castello eretto nella città di Locarno[2], in Svizzera.

Il Castello viene costruito nel XIII secolo dalla famiglia Visconti e fino al 1513, anno in cui la famiglia Milanese lascia il controllo della regione comprendente il Lago Maggiore, l'edificio assume un ruolo di alloggiamento per le guarnigioni e di fortificazione di difesa. Il castello nel corso dei secoli successivi subisce numerose ristrutturazioni e viene anche distrutto più volte, attualmente è sede del Museo civico e archeologico di Locarno, famoso per la vasta collezione di vetri Romani. Sede del Patto di Locarno.

La facciata sud-orientale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Castello Visconteo - Inventario dei beni culturali
  2. ^ Locarno in Dizionario storico della Svizzera.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Johann Rudolf Rahn, I monumenti artistici del medio evo nel Cantone Ticino, Tipo-Litografia di Carlo Salvioni, Bellinzona 1894, 119-150.
  • Giorgio Simona, Note di Arte Antica del Canton Ticino, Tipografia Pietro Giugni, Locarno 1913, 42-44.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 379-380; Idem, I monumenti d'arte e di storia del Canton Ticino, Locarno e il suo circolo (Locarno, Solduno, Muralto e Orselina), volume I, Società di storia dell'arte in Svizzera, Birkhäuser Verlag, Basilea 1972, 24-61, 202.
  • Gottardo Wielich, Il Locarnese negli ultimi tre secoli del Medioevo. Dal Barbarossa al dominio svizzero, Casagrande, Bellinzona 1973.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 123-126.
  • Elfi Rüsch, Riccardo Carazzetti, Locarno. Il Castello visconteo e Casorella, Società di storia dell'arte in Svizzera, Bern, 2002.
  • AA.VV, Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 182-183.
  • Marino Viganò, Per i 500 anni del «rivellino». Indizi su Leonardo al castello di Locarno (1507), in Bollettino della Società storica locarnese, Nuova serie. n. 10, Tipografia Pedrazzini, Locarno 2007.
  • Teodoro Amadò, Il conteso certificato d'origine del rivellino locarnese, in Bollettino della Società storica locarnese, Nuova serie. n. 10, Tipografia Pedrazzini, Locarno 2007.
  • Marino Viganò, Leonardo a Locarno. Documenti per una attribuzione del «rivellino» del castello 1507, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2009.
  • Gianluigi Bellei, Il Rinascimento nelle terre ticinesi, in Azione 3 maggio 2010; Idem, Il rivellino di Locarno, in Azione, Anno LXXXIII, numero 48, 29 novembre 2010, 45.
  • Nicola Soldini, Confini e periferie: note a volo d'uccello, in Il Rinascimento nelle terre ticinesi. Da Bramantino a Bernardino Luini. Itinerari, Officina Libraria, Milano 2010.
  • Paolo Ostinelli, Scheda numero 10. Locarno. Castello, in Il Rinascimento nelle terre ticinesi. Da Bramantino a Bernardino Luini. Itinerari, Officina Libraria, Milano 2010.
  • Davide Mirabile, Scheda numero 24. Giovanni Antonio da Montonate, in Giovanni Agosti, Jacopo Stoppa, Marco Tanzi (a cura di), «Il Rinascimento nelle terre ticinesi. Da Bramantino a Bernardino Luini», Officina Libraria, Milano 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]