Castel Lueghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°48′00″N 14°07′48″E / 45.8°N 14.13°E45.8; 14.13

Castel Lueghi
Castel Lueghi
Castel Lueghi
Stato attuale Slovenia Slovenia
Regione statistica Carniola Interna-Carso
Città Postumia
Informazioni generali
Tipo castello
Stile medievale
Inizio costruzione secolo XIII
Proprietario attuale comune
Visitabile si

[senza fonte]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia
Grotte carsiche dietro il castello

Castel Lueghi (in sloveno grad Predjama, in tedesco Höhlenburg Lueg) è un castello della Slovenia il cui inizio della costruzione risale al XIII secolo.

Il castello Lueghi
(stampa ottocentesca)

Nel periodo tra le due guerre mondiali la località omonima nel quale è situato si trovava in territorio italiano in provincia di Trieste, nel comune di Bucuie, che attualmente dipende dalla città di Postumia (Carniola Interna-Carso, dalla quale il castello dista circa 9 chilometri.

Descrizione e cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il castello negli anni trenta
Il barone Erasmo di Lueg

Il maniero, considerato inespugnabile essendo situato al riparo di una grotta carsica su una parete di roccia alta 123 metri, era il rifugio del cavaliere Erasmo; all'interno (aperto al pubblico), si possono vedere la zona abitativa, la cappella, le prigioni, ricostruzioni di personaggi dell'epoca, mobilio ed opere d'arte con una pietà del 1420.

L'aspetto attuale del castello è dovuto alle edificazioni effettuate dai Gallemberg e dai Kobenzl successivamente al periodo di Erasmo.[1]

L'edificio, direttamente adiacente al fianco della montagna, dà accesso ad una cavità con un'apertura con panorama sui dintorni.

Il castello nasconde l'ingresso ad un vasto sistema di grotte carsiche, che si snoda nel sottosuolo su più livelli, ed al cui interno si trova anche la tana di Erasmo.

Ogni mese di luglio si tiene la giostra di Erasmo dove avvengono vari tornei e dove villaggio ed abitanti si travestono con abiti medioevali.

Erasmo di Lueg[modifica | modifica sorgente]

Erasmus Lueger (Erasmo di Lueg, o anche Luegher), un signorotto del luogo, avuta l'investitura baronale nel 1478 dall'imperatore Federico III d'Asburgo, si rifugiava nel castello di Predjama (Castel Lueghi) dopo le sue scorrerie (all'inizio non note al sovrano) attraverso la strada che collegava, passando per Lubiana e Graz, Trieste e Vienna.

Il suggestivo maniero, imprendibile e costruito sopra una grotta nel monte, aveva la particolarità di possedere un cunicolo che lo collegava con il fiume Vipacco, dall'altra parte dell'altura. Il cunicolo venne astutamente utilizzato dal Lueger per i suoi rifornimenti quando la rocca fu sotto assedio per mesi da parte delle truppe imperiali che avevano l'ordine di bloccarlo per le sue attività ladresche.

Solo tramite il tradimento di un suo servitore, che indicò quando il Lueger si ritirava per dormire, le truppe furono in grado di colpirlo grazie alle luminarie della sua stanza come bersaglio.

Vicino all'attuale autostrada per Lubiana, oltre la gola dove il Lueger metteva in atto le sue scorrerie, c'è un cavalcavia che si chiama eloquentemente Ravbarkomanda (dal tedesco Rauberkommando), ossia banda dei ladroni (nel periodo italiano noto come "Casa dei Banditi").[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Zadnikar, p. 8
  2. ^ Zadnikar, p. 23

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Marijan Zadnikar, Il Castello di Predjama, Tone Tonsic Lubiana, Postumia 1966. (unico testo in italiano)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Slovenia Portale Slovenia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Slovenia