Casta e pura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casta e pura
Laura Antonelli Casta e pura.jpg
Laura Antonelli in una scena del film
Titolo originale Casta e pura
Paese di produzione Italia, Francia, Spagna
Anno 1981
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia drammatica
Regia Salvatore Samperi
Soggetto Michel Gast
Sceneggiatura Ottavio Jemma
Produttore Maurizio Amati, Sandro Amati
Fotografia Alberto Spagnoli
Montaggio Sergio Montanari
Musiche Alfonso Santisteban
La sigla finale Rosa e l'amore è cantata da Massimo Ranieri
Scenografia Ezio Altieri
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Casta e pura è un film del 1981, diretto dal regista Salvatore Samperi e con protagonista Laura Antonelli.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Antonio è il marito di una ricca ereditiera che poco prima della morte della moglie, comprendendo di rischiare di essere estromesso dal patrimonio, convince la moribonda a chiedere un voto di castità alla giovanissima figlia Rosa, in modo che questa non si fosse potuta sposare fino alla morte del padre.

Vent'anni dopo Rosa è ormai una bella donna, tutta casa e chiesa, che vive nel rispetto del giuramento fatto sul letto di morte della madre. Presto però Rosa inizia prima ad avere degli strani sogni e poi ad avere delle ammiccanti visite notturne da parte del cugino Fernando. Estremamente turbata da questi avvenimenti Rosa confida al suo parroco confessore di volersi fare suora e di dare in beneficenza tutti i suoi averi. Non appena il padre Antonio viene a conoscenza di questa idea, pur di non perdere il patrimonio di cui è usufruttuario, organizza una iniziazione sessuale di gruppo nei confronti della figlia.

Questo evento però apre gli occhi a Rosa che si rende finalmente autonoma...

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

(EN) Casta e pura in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema