Casotto (film 1977)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casotto
Casotto sergio citti.jpg
Il pranzo nel casotto
da sx: Franco Citti, Gigi Proietti, Paolo Stoppa e Jodie Foster
Paese di produzione Italia
Anno 1977
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Sergio Citti
Soggetto Vincenzo Cerami
Sceneggiatura Vincenzo Cerami e Sergio Citti
Produttore Mauro Berardi
Fotografia Tonino Delli Colli
Montaggio Nino Baragli
Musiche Gianni Mazza
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Casotto è un film del 1977, diretto dal regista Sergio Citti con Ugo Tognazzi, Gigi Proietti, Franco Citti e una giovanissima Jodie Foster.

Girato - in gran parte - all'interno d'una cabina collettiva di servizio alla spiaggia, Casotto è una commedia di costume animata da una nutrita galleria di personaggi e da una variegata casistica che rappresentano con chiarezza lo stridente contrasto venutosi a creare tra i rigidi costumi morali italiani e l'ormai dilagante rivoluzione sessuale alla fine degli anni settanta. Da ciò l'associazione lessicale del titolo, ora struttura prefabbricata ora luogo di confusione quanto di libertà, sottolineata anche da alcune scene di nudo.

In questa sua prova, Sergio Citti racconta la realtà con una vena di feroce allegria, mutuando lo stile tipico della commedia all'italiana ed aiutato da un cast di elevata caratura artistica.

Non meno importante, per la riuscita del film, è lo staff tecnico, che ha potuto contare sulla sceneggiatura di Vincenzo Cerami, anche autore del soggetto, sulla fotografia di Tonino Delli Colli e sulla scenografia di Dante Ferretti.

Da ricordare la partecipazione della giovanissima Jodie Foster, reduce dal successo di Taxi Driver, doppiata in romanesco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante una calda domenica d'agosto, una spaziosa cabina collettiva sulla spiaggia libera di Ostia è occupata a turno da:

Circondati da varia umanità di cui tutti sono parte integrante e cosciente, i protagonisti cercano di risolvere i propri problemi o di raggiungere i propri scopi, illudendosi di piegare la realtà alla propria personale visione delle cose.

Lontano dalla vita di tutti i giorni, in quella parentesi festiva c'è il tempo di studiare e mettere in atto mosse e contromosse fantasiose, che non potranno cambiare gli esiti prevedibili nonostante qualche sviluppo simpatico.

Detta la fine dei giochi un violento ed improvviso acquazzone che costringe tutti ad un frettoloso ritorno in città.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema