Worcester v. Georgia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Caso Worcester contro Georgia)

La sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti nel Caso Worcester contro Georgia (1832) è una delle decisioni più importanti nella storia della giurisprudenza statunitense. Il presidente della Corte suprema all'epoca era John Marshall, ex segretario di Stato (parificabile al nostro Ministro degli Esteri) del presidente degli Stati Uniti John Adams.

Fatti[modifica | modifica sorgente]

La questione riguardava gli indiani cherokee, e del loro allontanamento dalle terre dello stato della Georgia. Gli indiani vivevano tranquillamente nelle loro terre grazie ad antichi trattati di pace effettuati nel 1791 con gli Stati Uniti. Essi avevano leggi proprie e uno stato proprio. Accadde che nel 1828 venne scoperto l'oro nei loro possedimenti e la Georgia approfittò dell'occasione per dichiarare nulli tutti i patti precedenti per recuperare terre e beni preziosi in esse contenute. Gli indiani allora ricorsero con l'aiuto del missionario Samuel Austin Worcester che ebbe pesanti pressioni da parte del governatore George Rockingham Gilmer.

La sentenza[modifica | modifica sorgente]

Marshall si espresse dichiarando l'incostituzionalità delle legge statale, in quanto solo il governo federale poteva esprimersi in merito sulla questione dei cherokee.

Espresse il dissenso il solo Henry Baldwin, mentre favorevoli furono fra gli altri Joseph Story, Smith Thompson e John McLean.

Eventi successivi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Atto di rimozione degli indiani.

Andrew Jackson (presidente degli Stati Uniti d'America) sembra avesse seri dubbi sulla sentenze espressa, e appoggiando di fatto lo stato della Georgia gli indiani furono cacciati dal territorio sotto le minacce di armi, e durante il loro trasferimento, in quella che fu chiamata pista delle lacrime circa un quarto di tutti gli indiani trovarono la morte, si trattava di una marcia di circa 1600 km.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A. Jones Maldwyn, Storia degli Stati Uniti d'America dalle prime colonie inglesi ai giorni nostri, Bompiani, 2007, pag. 129. ISBN 9788845233579.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A. Jones Maldwyn, Storia degli Stati Uniti d'America dalle prime colonie inglesi ai giorni nostri, Bompiani, 2007. ISBN 9788845233579.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia