Casato di Stenkil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stenkil
Vreta kloster Triumph crucifix.jpg
Stato Svezia
Titoli Re di Svezia
Fondatore Stenkil
Ultimo sovrano Ingold II di Svezia
Attuale capo estinta
Data di fondazione 1060
Data di estinzione 1160
Data di deposizione 1125
Etnia svedese dello Västergötland

Il Casato degli Stenkil fu una dinastia reale che governò la Svezia dal 1060 al 1125[1]. Il nome deriva da Stenkil di Svezia, primo sovrano di questa dinastia che salì al trono svedese nel 1060, succedendo al suocero Emund ultimo erede della precedente dinastia, quella di Eric il Vittorioso. Secondo il testo della Västgötalagen la loro provenienza è da ricercarsi nei territori del Västergötland. Si sa poco del travagliato periodo successivo alla morte di Stenkil. Sappiamo per certo che per un periodo governarono i due figli Filippo e Ingold. Alla morte di quest'ultimo (1125), tuttavia, molte province della Svezia non riconobbero come erede Ragnvald Knaphövde (fratello dei precedenti regnanti) e scelsero al suo posto il re danese Magnus I. Dopo questa prima parentesi danese, una ventina d'anni dopo, venne eletto re Erik, nipote di Ingold che diede inizio a una nuova e importante dinastia che prende il suo nome: il Casato di Erik[2].

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Margrave's coronet.png
Edmund
Emundsdotter
Margrave's coronet.png
Halsten
Margrave's coronet.png
Ingold il vecchio
Margrave's coronet.png
Ingold II di Svezia
(ultimo sovrano del Casato)
Kristina Ingesdotter
moglie diMstislav I di Kiev
Margareta Fredkulla
moglie di
Magnus III
Katarina Ingesdotter
moglie di
Björn Järnsida
dotter Kristina moglie di
Kristina madre di
Margrave's coronet.png
Erik IX di Svezia
(inizio nuova dinastia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carin Orrling
  2. ^ Lagerqvist Lars

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]