Casato di Palatinato-Zweibrücken

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Casato di Palatinato-Zweibrücken o Casato di Pfalz-Zweibrücken era una famiglia dell'alta nobiltà tedesca-palatina, ramo cadetto dei Wittelsbach. Esso derivò da un figlio cadetto di Stefano di Wittelsbach del Casato del Palatinato-Simmern e dall'eredità portata da sua moglie, Anna di Veldenz. Prese il suo nome dalla Contea palatina del Palatinato-Zweibrücken.

Questo casato ha dato origine a due rami cadetti, il Palatinato-Zweibrücken-Kleeburg che regnò in Svezia, e il Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld che salì al trono di Baviera con il re Massimiliano I.

Sovrani svedesi del casato[modifica | modifica wikitesto]

Carlo X Gustavo

Dopo che Cristina di Svezia, ultima regina svedese del Casato di Vasa, si fu convertita al Cattolicesimo ed ebbe abdicato e lasciato il Paese, ascese al trono il suo cugino Carlo, che divenne re Carlo X.

Ad Ulrica Eleonora successe il marito Federico I di Svezia, del Casato di Assia-Kassel; lei morì di vaiolo nel 1741 senza figli.

Re e reggenti di Baviera del casato[modifica | modifica wikitesto]

Massimiliano I di Baviera
storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia