Carta abrasiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carta abrasiva a nastro
Carta smerigliata in foglio e a nastro

La carta abrasiva, chiamata a volte anche carta vetrata serve per sgrossare, levigare e pulire superfici di legno o metallo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È costituita da un supporto flessibile, che può essere carta, tela o altro, ricoperto per incollaggio con granuli cristallini di materiale abrasivo, che può essere vetro o smeriglio. A seconda della composizione, si avranno così carte vetrate, tele smerigliate, eccetera.

È commercializzata in varie forme e formati: fogli e nastri da tagliare al bisogno, rettangoli e triangoli con e senza fori per le levigatrici orbitali, dischi per il platorello o unite ad anello per le levigatrici a nastro. Per il lavoro di finitura della costa di soglie, mensole e davanzali di marmo e pietra, sono disponibili dischi flessibili abrasivi di plastica utilizzabili con smerigliatrici angolari.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

La finezza di una carta abrasiva è indicata da un numero detto grana stampato sul retro del foglio. Più è alto il numero più è fine l'abrasivo e più liscia sarà la finitura. In particolare il numero usato corrisponde, grosso modo, al numero di maglie che un setaccio, usato per separare la polvere abrasiva, ha per pollice lineare.[senza fonte]

I numeri di grana possono essere: 40 50 60 80 100 120 150 180 220 240 280 320 360 400 500 600 800 1000 1300 1500 2000 2500

alla grana grossa corrispondono numeri bassi, alla grana fine numeri alti.

Un'altra maniera più grossolana di indicare la grana è:

  • grossa, adatta per le operazioni di sgrossatura;
  • media, adatta per le lavorazioni intermedie;
  • fine, adatta per le operazioni di finitura;
  • finissima, adatta per le operazioni di lisciatura e di lucidatura.

Uso[modifica | modifica sorgente]

La carta abrasiva è utilizzata a mano fissata ad un supporto più o meno rigido e talvolta anche sagomato, oppure su elettroutensili detti levigatrici: levigatrici orbitali, levigatrici a nastro, levigatrici a platorello. La carta abrasiva è utilizzata per la finitura delle superfici, per levigare gli stucchi, per la rimozione di vecchie vernici e talvolta anche per aumentarne la ruvidità di una superficie, ad esempio per migliorare l'incollaggio. Alcuni tipi possono lavorare anche a umido per migliorare la levigazione, come ad esempio le carte da carrozzeria, definite carta seppia per il loro colore. Per la lavorazione del legno è utilizzata principalmente la carta vetrata, mentre per la lavorazione del metallo si usa prevalentemente la tela smeriglio.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

materiali Portale Materiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di materiali