Lo sguardo di Satana - Carrie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carrie (film 2013))
Lo sguardo di Satana - Carrie
Carrie (2013).png
Carrie (Chloë Grace Moretz) in una scena del film
Titolo originale Carrie
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2013
Durata 99 min
Colore colore
Audio Dolby Digital
Genere orrore, drammatico
Regia Kimberly Peirce
Soggetto Stephen King
Sceneggiatura Roberto Aguirre-Sacasa, Lawrence D. Cohen
Produttore Kevin Misher
Produttore esecutivo J. Miles Dale
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer, Screen Gems
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Fotografia Steve Yedlin
Montaggio Lee Percy
Effetti speciali John MacGillivray, Cameron Patterson, David Reaume, Steve Newburn, Rob Sanderson, Skyler Wilson
Musiche Marco Beltrami
Scenografia Carol Spier
Costumi Luis Sequeira
Trucco Jordan Samuel, Cliona Furey
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo sguardo di Satana - Carrie (Carrie) è un film del 2013 diretto da Kimberly Peirce e con protagoniste Chloë Grace Moretz, Julianne Moore e Judy Greer. È il terzo adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Stephen King del 1974.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel sobborgo di Chamberlain (Maine) Margaret White, una fanatica religiosa, partorisce una bambina senza alcuna assistenza. La donna è palesemente affetta da problemi mentali: infatti è stata tentata di assassinare la neonata, fermandosi all'ultimo istante. Molti anni dopo Carrie è divenuta una ragazza dolce e semplice, ma molto emarginata a causa dei suoi differenti modi di vestirsi e comportarsi, dovuti all'influenza della madre. A circa un mese dal ballo di fine anno, mentre fa la doccia nello spogliatoio femminile della scuola Carrie ha le sue prime mestruazioni ma, non essendo lei a conoscenza della causa del copioso sanguinamento essa cade nel panico e terrorizzata, chiede aiuto alle proprie compagne che invece la deridono lanciandole contro numerosi assorbenti.

Una di loro, Chris, riprende l'accaduto con il proprio cellulare. Venuta a sapere dell'accaduto, Margaret accompagna Carrie a casa e, credendo che il sanguinamento della figlia sia dovuto a dei pensieri impuri, la rinchiude in uno sgabuzzino ordinandole di pregare. In un impeto d'ira Carrie manifesta dei poteri telecinetici danneggiando la porta. Alcuni giorni dopo la professoressa di educazione fisica riesce a far sospendere Chris dalle lezioni, impedendole così di partecipare al ballo di fine anno. Per ripicca, la ragazza carica il filmato su internet, causando ulteriori derisioni ai danni di Carrie. Nel mentre Sue Snell, l'unica ragazza pentitasi per ciò che ha fatto, convince il proprio ragazzo Tommy ad invitare Carrie al ballo per farle vivere una bella serata. Dopo una iniziale reticenza dovuta al terrore che l'invito sia solo un trucco per umiliarla, Carrie infine si convince delle buone intenzioni di Tommy ed accetta.

Ciò le provoca un duro scontro con la madre che, tentando di impedire alla figlia di prendere parte alla festa si ritrova immobilizzata tramite la telecinesi. Nel mentre Chris è venuta a sapere della partecipazione di Carrie al ballo e le organizza un terribile scherzo: insieme al proprio ragazzo uccide un maiale e ne raccoglie il sangue in un contenitore, poi posizionato in modo da poterne rovesciare il contenuto addosso alla reginetta del ballo, ed il giorno successivo trucca il concorso in modo che sia Carrie a vincere il titolo. Come pianificato Carrie vince e la ragazza viene inondata con il sangue. L'accaduto, combinato con le risate dei ragazzi durante la proiezione del video di Chris delle mestruazioni di Carrie e con la morte di Tommy dovuta alla caduta del secchio metallico sulla sua testa, fa definitivamente esplodere l'ira di Carrie, che scatena tutto il suo potere telecinetico, incendiando il liceo e massacrando alcuni ragazzi. Dopo aver assassinato anche Chris e Billy, Carrie si rende conto della gravità dei propri atti e, dopo essersi fatta un bagno, cerca di riconciliarsi con la madre. Quest'ultima però crede che Carrie sia posseduta dal diavolo e la pugnala alla schiena: dopo aver subito altre ferite la giovane riesce a bloccare la madre e, pervasa dall'ira, la pugnala con numerosi oggetti contundenti, crocifiggendola sulla porta dello sgabuzzino in cui Margaret era solita rinchiudere la figlia.

Sotto shock, Carrie perde il controllo del proprio potere ed inizia a far crollare la propria abitazione. Inutile è il tentativo di Sue di salvarla: Carrie prima la aggredisce poi, resasi conto che quest'ultima era incinta di una bambina, la salva scaraventandola fuori dall'edificio, che sprofonda nel terreno con madre e figlia al suo interno. Tempo dopo Sue fa visita alla tomba di Carrie posando una rosa bianca sulla lapide, dove qualcuno ha scritto in rosso "Carrie White brucia all'inferno".

Finale alternativo (disponibile solo in lingua inglese su blu-ray e DVD):

Un istante dopo che Sue lascia la rosa sulla tomba di Carrie inizia a sentire forti dolori e le ultime scene mostrano Sue sul letto d'ospedale delirante dal dolore che apparentemente partorisce la propria figlia, ma tra le sue gambe sbuca una grossa mano insanguinata (probabilmente la mano di Carrie) che tenta di aggredire Sue. Quest'ultimo non era altro che un incubo: Sue si risveglia in camera sua insieme a sua madre che l'abbraccia e cerca di calmarla toccandosi il pancione ormai a pochi mesi dal parto.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La produzione di un nuovo film basato sul romanzo Carrie di Stephen King venne annunciato nel maggio del 2011, quando le case di produzione Metro-Goldwyn-Mayer e Screen Gems affidarono la scrittura della sceneggiatura a Roberto Aguirre-Sacasa.[1] Il 4 gennaio 2012 la regia del film venne affidata a Kimberly Peirce.[2]

Casting[modifica | modifica sorgente]

Il 29 marzo 2012 il ruolo della protagonista Carrie White venne affidato all'attrice Chloë Grace Moretz.[3] Prima che l'attrice venisse scelta, Stephen King aveva dichiarato che per il ruolo di Carrie gli sarebbe piaciuto vedere Lindsay Lohan,[4] ma l'attrice non venne mai contattata.

L'11 maggio dello stesso anno vennero aggiunte al cast le attrici Julianne Moore e Gabriella Wilde, rispettivamente nei ruoli della madre di Carrie, Margaret White, e di Sue Snell[5] e il 15 maggio si unirono al cast anche Alex Russell nel ruolo di Billy Nolan e Ansel Elgort nel ruolo di Tommy Ross.[6] A fine maggio si unì al cast Judy Greer nel ruolo dell'insegnante di ginnastica Miss Desjardin, completando così il casting degli attori principali.[7]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo teaser trailer del film è stato proiettato in anteprima il 13 ottobre 2012 al New York Comic Con,[8] ed è stato messo online il 15 ottobre.[9] Il 22 marzo 2013 è stato distribuito online anche la versione in italiano del teaser trailer.[10][11] Il 4 aprile è stato inoltre distribuito il primo full trailer,[12] seguito il giorno successivo anche dalla versione in italiano.[13]

Il film sarebbe dovuto essere proiettato nei cinema statunitensi a partire dal 15 marzo 2013,[14] ma la data di uscita è stata successivamente fissata al 18 ottobre dello stesso anno.[15] In Italia il film sarebbe dovuto essere distribuito a partire dal 9 gennaio 2014, ma l'uscita è stata poi posticipata al 16 gennaio.[11]

Per l'uscita del film sono stati rilasciati un video virale, gadget e una nuova versione del romanzo.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Borys Kit, MGM, Screen Gems Team for 'Carrie' Remake in The Hollywood Reporter, 19 maggio 2011. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) Mike Fleming, MGM, Screen Gems Team for 'Carrie' Remake in deadline.com, 4 gennaio 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) Mike Fleming, MGM Formally Offers Lead Remake Of Stephen King's 'Carrie' To Chloe Moretz in deadline.com, 29 marzo 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  4. ^ (EN) Jeff Labrecque, Stephen King sounds off on new 'Carrie' remake -- EXCLUSIVE in Entertainment Weekly, 20 maggio 2011. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  5. ^ (EN) Mike Fleming, MGM Sets Julianne Moore And Gabriella Wilde For 'Carrie' Remake in deadline.com, 11 maggio 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  6. ^ (EN) Justin Kroll, Russell, Elgort added to 'Carrie' cast in Variety, 15 maggio 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  7. ^ Valentina D'Amico, Judy Greer e Gabriella Wilde in Carrie in movieplayer.it, 28 maggio 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Darren Franich, 'Carrie' remake: New teaser trailer debuts at New York Comic-Con in Entertainment Weekly, 13 ottobre 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) The Deadline Team, Hot Teaser Trailer: 'Carrie' in deadline.com, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  10. ^ Andrea Francesco Berni, Carrie: ecco il trailer italiano in badtaste.it, 22 marzo 2013. URL consultato il 23 marzo 2013.
  11. ^ a b Leotruman, Carrie – Il trailer italiano del remake con Chloë Grace Moretz! in screenweek.it, 22 marzo 2013. URL consultato il 25 marzo 2013.
  12. ^ (EN) The Deadline Team, Hot Trailer: ‘Carrie’ Remake in deadline.com, 4 aprile 2013. URL consultato il 5 aprile 2013.
  13. ^ Filippo Magnifico, Chloe Moretz mostra i suoi poteri nel trailer italiano di Carrie in screenweek.it, 5 aprile 2013. URL consultato il 5 aprile 2013.
  14. ^ (EN) Aubrey Sitterson, MGM/Screen Gems Eye Kimberly Peirce To Direct Remake Of Stephen King's 'Carrie' in ifc.com, 13 aprile 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) Jessica Derschowitz, "Carrie" remake pushed to October release date in cbsnews.com, 3 gennaio 2013. URL consultato il 14 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema