Carora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carora
città
Carora – Stemma Carora – Bandiera
Localizzazione
Stato Venezuela Venezuela
Stato federato Flag of Lara State.svg Lara
Comune Torres
Territorio
Coordinate 10°11′N 70°05′W / 10.183333°N 70.083334°W10.183333; -70.083334 (Carora)Coordinate: 10°11′N 70°05′W / 10.183333°N 70.083334°W10.183333; -70.083334 (Carora)
Abitanti 97 014 (stima 2007)
Altre informazioni
Prefisso 0252
Fuso orario UTC-4:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Venezuela
Carora

Carora è una città venezuelana situata nello stato del Lara sulle rive del fiume Morere Carora, un affluente del Tocuyo. Sorge a sud della città di Barquisimeto e ha una popolazione stimata di circa 97.000 abitanti [1]

Fu fondata nel 1569 da Juan de Tejo ma a causa dei continui attacchi da parte delle popolazioni native fu ben presto abbandonata per essere rifondata tre anni più tardi, nel 1572, da Juan de Salamanca. In epoca coloniale visse periodi di notevole prosperità raggiungendo una popolazione di 10.000 abitanti.

Fin dal 1911 l'attività prevalente nei dintorni è l'allevamento (cavalli, muli, ma anche bovini). Notevole la produzione di latte e derivati. Fra gli articoli di esportazione si segnalano cuoio e pellami vari, gomma e prodotti forestali.

Fin dall'inizio degli anni novanta del Novecento è stata introdotta in zona la cultura della vite che però non è mai riuscita a decollare.

Il centro storico presenta, ancor oggi, vie a scacchiera e costruzioni in stile coloniale colorate con tinte varie. Fra queste ultime una particolare menzione meritano la Casa amarilla, edificio civile del XVII secolo oggi trasformato in biblioteca, la settecentesca chiesa di San Juan Bautista, costruita su progetto dell'italiano Graziano Gasparini e la capilla de San Dionisio, edificata negli anni quaranta del XVIII secolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.world-gazetteer.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]