Carolus Clusius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles de l'Écluse

Charles de l'Écluse, meglio noto col nome latino Carolus Clusius (Arras, 19 febbraio 1526Leida, 4 aprile 1609), è stato un botanico francese naturalizzato olandese.

Studiò medicina a Montpellier, ma non praticò mai la professione di medico. Nel 1573 fu chiamato a Vienna dall'imperatore Massimiliano II per dirigere il giardino medicale imperiale. Dopo tre anni, con l'avvento al trono di Rodolfo II, ne venne però allontanato.

Dopo un periodo in cui risiedette a Francoforte sul Meno, nel 1593 venne nominato professore di botanica all'Università di Leida. In tale città creò l'Orto botanico di Leida, uno dei primi d'Europa.

Nella storia del giardinaggio è conosciuto per molti importanti studi, ma soprattutto per essere stato il primo ad osservare e studiare il fenomeno della "rottura" dei tulipani, che dà origine a molte diverse varietà, la cui causa è stata individuata alla fine del XIX secolo in un virus. Clusius fu l'iniziatore della coltivazione scientifica dei tulipani in Olanda.

Molte specie botaniche prendono il suo nome, tra cui Gentiana clusii, Potentilla clusiana, Rubus clusii, Paeonia clusii, Achillea clusiana, Doronicum clusii, Tulipa clusiana.

L'asteroide 9364 Clusius, scoperto nel 1992, prende il suo nome.

Sulla vita ed il contributo storico e botanico apportato da Carolus Clusius si veda il recente saggio La febbre dei tulipani del giornalista britannico Mick Dash, pubblicato nel 1999 e ripubblicato dalla Bur nel 2009.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Carolus Clusius scrisse numerose opere, tra cui:

  • Histoire des Plantes — traduzione in francese dell'Herbal di Rembert Dodoens, Anversa 1557
  • Antidotarium sive de exacta componendorum miscendorumque medicamentorum ratione, Anversa 1561
  • Rariorum aliquot stirpium per Hispanias observatarum historia (1576) — uno dei primi trattati sulla flora spagnola
  • Pannonias observatorum Historiae (1583) — il primo trattato sulla flora alpina austriaca e ungherese
  • Rariorum plantarum historia (1601) — raccolta delle sue opere maggiori, con studi micologici pionieristici
  • Exoticorum libri decem (1605) — importante rassegna di specie botaniche e zoologiche esotiche

Collaborò con Abraham Ortelius nella stesura di una mappa della Spagna.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Clus. è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Carolus Clusius.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.


Controllo di autorità VIAF: 99214494 LCCN: n82233491