Carmen (film 1915 Walsh)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carmen
Bara-carmen.jpg
Theda Bara in Carmen
Titolo originale Carmen
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1915
Durata 64 min circa (6 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.33 : 1
Genere drammatico
Regia Raoul Walsh
Soggetto dalla novella di Prosper Mérimée
Sceneggiatura Raoul Walsh
Casa di produzione Fox Film Corporation
Fotografia Georges Benoît, George Schneiderman
Musiche Hugo Riesenfeld
Interpreti e personaggi

Carmen è un film del 1915 diretto da Raoul Walsh. Il film è considerato perduto.

Si tratta di una delle numerose versioni tratte dalla novella di Prosper Mérimée che venne adattata per lo schermo nello stesso anno anche da Cecil B. DeMille, una Carmen interpretata dalla cantante Geraldine Farrar.
Nel 1927, Walsh girerà Gli amori di Carmen, interpretato da Dolores Del Rio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un soldato spagnolo cede alle lusinghe di una fiera gitana. La sua ossessione amorosa lo porterà alla rovina.
Don José, un giovane soldato spagnolo, si reca in visita dalla vecchia madre e dalla fidanzata Micaela nel villaggio dove vivono. Più tardi, a Cordova, incontra una fascinosa sigaraia, Carmen, una gitana che cerca di sedurlo trascurando per lui tutti gli altri uomini che la corteggiano.
La donna viene arrestata dopo che ha aggredito una compagna e José viene incaricato di tradurla in prigione. Ma la gitana lo bacia e gli chiede di lasciarla andare.
José uccide in duello il capitano Morales a causa di Carmen. Imprigionato e condannato dalla corte marziale, José viene aiutato a scappare dalla donna che diventa la sua amante.
Tra le montagne dell'Andalusia, José si aggrega a una banda di contrabbandieri, diventando anche lui un fuorilegge.
Carmen lo lascia per andare a Siviglia dal famoso toreador Escamillo. José, invece, si reca dalla madre morente.
L'ex soldato fugge poi ai gendarmi che stanno per arrestarlo. Anche lui si reca a Siviglia.
Mentre Escamillo combatte nell'arena, José incontra Carmen e la uccide per gelosia e senso del possesso. Lei, mentre sta morendo, lancia il suo ultimo sorriso a Escamillo. José, ormai impazzito, si dirige a cavallo verso una scogliera.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne girato a Fort Lee nel New Jersey, prodotto dalla Fox Film Corporation. Il film fu stampato e colorato dalla Standard Filmprint Corp. L'artista spagnolo Edoardo Velasquez venne da Siviglia per supervisionare i dettagli tecnici e architettonici per le scene delle città spagnole costruite per il film. Il colonnello Antonio Bravo diede la sua consulenza militare per le scene con i dragoni. Nel film furono usati anche un toro andaluso e un gruppo di veri gitani[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Uscito negli USA il 1º novembre 1915, il film fu distribuito dalla Fox Film Corporation.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

  • USA 31 ottobre 1915 (Prima a New York, Academy of Music)
  • USA 1 novembre 1915

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 - pagg. 125-126

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 - pag. 125
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema