Carlsbergite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlsbergite
Classificazione Strunz (ed. 10[1]) 1.BC.15[1]
Formula chimica CrN[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino monometrico[2]
Sistema cristallino cubico[2]
Classe di simmetria esottaedrica
Parametri di cella a=4,16(3)[2]
Gruppo puntuale 4/m32/m[3]
Gruppo spaziale Fm3m
Proprietà fisiche
Densità 6,09[3] g/cm³
Durezza (Mohs) 7[1]
Sfaldatura  
Frattura  
Colore griglio chiaro in luce riflessa[2]
Lucentezza  
Opacità opaca[2]
Striscio  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La carlsbergite è un minerale scoperto nel 1971 nella meteorite di Capo York. Il nome è stato attribuito in onore della fondazione Carlsberg di Copenaghen che finanziò le ricerche. È stata approvata dall'IMA nel 1972.[2]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La carlsbergite è stata trovata sotto forma di microscopiche scaglie fino a 30 micrometri e granuli di pochi micrometri.[2]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La carlsbergite è stata trovata in oltre 70 meteoriti ferrosi nella camacite associata con la daubreeite attorno alla quale forma degli anelli e con granuli di sfalerite di pari dimensione.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Carlsbergite mineral information and data — mindat.org. URL consultato il 27 febbraio 2015.
  2. ^ a b c d e f g h i (EN) Michael Fleischer, New mineral names in American Mineralogist, vol. 57, 1972, pp. 1311-1317. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  3. ^ a b http://www.handbookofmineralogy.org/pdfs/carlsbergite.pdf

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia