Carlos Chávez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Antonio de Padua Chávez y Ramírez

Carlos Antonio de Padua Chávez y Ramírez (Città del Messico, 13 giugno 1899Città del Messico, 2 agosto 1978) è stato un compositore messicano.


Carlos Chávez studiò pianoforte con Manuel Ponce(1909-1913)e Pedro Luis Ogazón (1915-1920), armonia con Juan B. Fuentes, e, da autodidatta, contrappunto e composizione, analizzando le opere dei grandi maestri e la musica d'origine india e meticcia. Nel 1921 presentò un primo concerto pubblico con le sue composizioni, tra cui il Sestetto per piano e corde (1919) e sonate per pianoforte. La sua produzione fino ad allora era stata francamente romantica e i suoi accordi di musica messicana erano ispirati a quelli di Ponce. A partire dai Madrigali (1921) e dai Notturni (1922) abbracciò l'impressionismo. Nell'inverno del 1922 fece un viaggio d'osservazione in Austria, Germania e Francia. A Berlino, la “Bote und Bock” pubblicò la sua Deuxieme Sonate pour piano (1921). La sua permanenza in Europa lo convinse che “si deve realizzare qualcosa di nostro, costruire la nostra scena e agire in essa, realizzare ciò che si può, molto o poco, bene o male, purché personale e diverso”. Al suo ritorno organizzò e diresse una serie di Concerti di Musica Nuova, attraverso i quali per tre anni consecutivi fece conoscere le novità europee. Silvestre Revueltas e la cantante Lupe Medina parteciparono a tale programma. Nel 1926 risedette a New York e conobbe Edgar Varèse e Aaron Copland, con i quali condivideva l'idea di creare un'estetica americana. L'Internacional Composers' Guild, animata da Varèse, presentò i Tres exágonos di Chávez (1923). Nuovamente in Messico, nel 1928 il Sindacato dei Musicisti gli affidò l'Orchestra Sinfonica Messicana che, l'anno seguente, organizzata come cooperativa, cambiò nome in Sinfónica de México. (In seguito, nel 1940, per assicurarne la continuità Chávez ottenne il patrocinio ufficiale e privato e la convertì in associazione.) Dal 1928 al 1935 diresse il Conservatorio Nazionale e ricoprì la cattedra di composizione musicale, che fu frequentata da Blas Galindo, José Pablo Moncayo, Daniel Ayala e Salvador Contreras. Nel 1946 fondò Nuestra Música, società promotrice di concerti da cui sorsero una rivista e la casa editrice Ediciones Mexicanas de Música. Redasse il progetto per la creazione dell'Istituto Nazionale delle Belle Arti (INBA) e ne fu il primo direttore (1947-1952).

Grazie alla sua gestione la Sinfónica de México diventò a tutti gli effetti - dopo averne fatto le veci - l'orchestra sinfonica nazionale. Nel 1958 ricoprì la cattedra di poetica all'Università di Harvard, tenuta precedentemente da Igor Stravinsky, Paul Hindemith e Aaron Copland. Le lezioni di Chávez furono raccolte nel Musical Thought (1961). Nel 1973 fu messo a capo del Dipartimento di Musica dell'INBA, ma egli si dimise dopo un mese. Nella sua lunga carriera ha diretto le principali orchestre degli Stati Uniti e d'Europa.

I suoi resti riposano nella Rotonda degli uomini illustri a Città del Messico.

Personali:

Chávez sentì grandemente il richiamo della musica americana primitiva dovuto all'origine nativi americani e/o india della madre. Sentiva necessario un rinnovamento musicale che generasse la "musica del futuro" e per questo non tralasciò di esplorare nuovi strumenti musicali e nuove tecniche. Nella propria opera usa titoli quali Energia, Spirale, Esagono, Poligono proprio ad indicare il suo allontanamento dalla tradizione.

Cardini del suo pensiero sono il futurismo musicale e la fede socialista. Quest'ultima è chiara in opere quali Sinfonia proletaria mentre il balletto H.P. rappresenta la lotta degli operai e la loro vittoria contro lo sfruttamento capitalista.

Chávez scrisse anche un testo di musica contemporanea, un'opera teatrale, nove sinfonie e una gran quantità di musica da camera e corale.

Le opere di Carlos

  • Sonatine (1924)
  • Energia (1925)
  • H.P. (Cavalli a vapore) (balletto, 1926)
  • Sinfonia di Antigone (1932)
  • Sinfonia india (1936)
  • Preludi per piano (1937)
  • Concerto per piano (1938)
  • Toccata per percussioni (1942)
  • La figlia della Colchide (1943)
  • Invenzione (1958)
  • III e VI Sinfonia (1961)
  • Risonanze (1964)
  • Elatio (1967)
  • Discovery (1969)
  • Initium (1971)
  • The visitors (opera, 1973)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 56673063 LCCN: n79108394