Carlos Botelho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Botelho, 1971

Carlos Botelho (Lisbona, 18 settembre 1899Lisbona, 18 agosto 1982) è stato un pittore, illustratore e caricaturista portoghese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carlos Botelho nasce a Lisbona in Portogallo alla fine del 1800. Sin da ventenne comincia a collaborare con alcune riviste portoghesi, sia comiche sia per bambini, con illustrazioni, caricature e disegni grafici. All'età di 29 anni si trasferisce a Parigi e si dedica esclusivamente alla pittura. Nel 1937 fa parte del gruppo di allestitori nel Padiglione dedicato al Portogallo dell'Esposizione Internazionale, in quell'occasione si avvicina alle opere di Vincent Van Gogh che lo influenzeranno moltissimo nella sua prima fase espressionista. L'anno successivo riceve il premio Amedeo de Souza-Cardozo per il dipinto fatto a suo padre. La maturità della sua pittura approda all'astrazione dei paesaggi, degli orizzonti cittadini di Venezia, Lisbona, Parigi e San Francisco.

Esposizioni[modifica | modifica sorgente]

Ha partecipato alle Esposizioni Internazionali di Parigi del 1931 e del 1937, e a quella di San Francisco nel 1939.

Si possono ammirare le sue opere ancora oggi nei musei di tutto il mondo:

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Antonio Quadros, Carlos Bothelo, Estudios criticos, Editorial Noticias, Lisbona, 1960

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 72203405 LCCN: n85345807