Carlo Salvatore d'Asburgo-Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carlo Salvatore d'Asburgo-Toscana)
Carlo Salvatore d'Asburgo-Lorena
Carlo Salvatore d'Asburgo-Toscana.
Carlo Salvatore d'Asburgo-Toscana.
Arciduca d'Austria e principe di Toscana
Nome completo tedesco: Karl Salvator Maria Joseph Johann Baptist Philipp Jakob Januarius Ludwg von Österreich-Toscana
Nascita Firenze, 30 aprile 1839
Morte Vienna, 18 gennaio 1892
Luogo di sepoltura Cripta Imperiale
Casa reale Asburgo-Lorena
Padre Leopoldo II di Toscana
Madre Maria Antonietta di Borbone
Consorte Maria Immacolata Clementina di Borbone-Due Sicilie
Religione cattolicesimo

Carlo Salvatore Maria Giuseppe Giovanni Battista Filippo Giacomo Luigi Gonzaga Gennaro Ranieri d'Asburgo-Lorena, (tedesco: Karl Salvator Maria Joseph Johann Baptist Philipp Jakob Januarius Ludwg von Österreich-Toscana) (Firenze, 30 aprile 1839Vienna, 18 gennaio 1892), fu un principe di Toscana e arciduca d'Austria.

Granducato di Toscana
(1737-1859)
Asburgo-Lorena

State flag simple of the Grand Duchy of Tuscany.svg

Francesco III (1737-1765)
Pietro Leopoldo (1765-1790)
Ferdinando III (1790-1824)
Leopoldo II (1824-1859)
Ferdinando IV (1859–1860)

Famiglia d'origine[modifica | modifica sorgente]

Carlo Salvatore nacque a Palazzo Pitti, secondo figlio maschio del granduca Leopoldo II di Toscana, e della sua seconda moglie, la granduchessa Maria Antonietta di Borbone. I suoi nonni paterni furono il granduca Ferdinando III di Toscana e Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli; quelli materni il re Francesco I delle Due Sicilie e Maria Isabella di Borbone-Spagna.

Carriera militare[modifica | modifica sorgente]

Già durante la sua giovinezza, Carlo Salvatore preferì dedicarsi agli studi militari e tecnici. All'età di 10 anni ricevette il grado capitano dei 6º corpo dei Lancieri " Francesco Giuseppe I", nel 1857 è stato nominato Maggiore. Il suo servizio fu inizialmente nell'esercito toscano, nel quale ha anche tenuto l'incarico di ispettore d'artiglieria. Dopo lo scoppio della guerra sarda nel mese di aprile 1859, l'arciduca e la sua famiglia lasciarono Firenze e andò in Lombardia con l'esercito imperiale e venne promosso a tenente colonnello. L'anno successivo, la Toscana è andata perduta dopo che l'esercito austriaco perse la battaglia di Solferino, venne promosso da colonnello comandante del 7º reggimento di fanteria nel 1876 a Maggiore nel 1886 ma a causa di attacchi reumatici, che gli impedivano di camminare, dovette lasciare l'esercito.

Dopo la rivoluzione del 1859 la sua famiglia visse in esilio alla corte dell'imperatore Francesco Giuseppe a Vienna, dove Carlo Salvatore divenne Tenente-Feldmaresciallo dell'Imperial regio Esercito austro-ungarico.

Carlo Salvatore era interessato in molte discipline tecniche, nonché per l'architettura. Molto attaccato alle tradizioni degli Asburgo, era un appassionato cacciatore e aveva una grande collezione di armi. Relativamente tardi, si rivolse verso la costruzione di armi da guerra con la quale ha lavorato fino alla sua morte.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Sposò, il 19 settembre 1861 a Roma, la principessa Maria Immacolata Clementina di Borbone-Due Sicilie (1844-1899), figlia di Ferdinando II delle Due Sicilie, e della sua seconda moglie, Maria Teresa d'Asburgo-Teschen. Carlo Salvatore e Maria Immacolata erano cugini primi poiché la madre di lui, Maria Antonietta, e il padre di lei, Ferdinando II, erano fratelli.

La coppia ebbe dieci figli:

Morte[modifica | modifica sorgente]

L'arciduca Carlo Salvatore morì il 18 gennaio 1892, all'età di 52 anni, a Vienna a causa di un'influenza.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze toscane[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giuseppe - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giuseppe

Onorificenze austriache[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco)
Croce d'onore di III classe della Croce Rossa austriaca - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'onore di III classe della Croce Rossa austriaca

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Arciduca Carlo Salvatore d'Austria, Principe di Toscana Padre:
Leopoldo II, Granduca di Toscana
Nonno paterno:
Ferdinando III, Granduca di Toscana
Bisnonno paterno:
Leopoldo II, Sacro Romano Imperatore
Trisnonno paterno:
Francesco I, Sacro Romano Imperatore
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Bisnonna paterna:
Infanta Maria Luisa di Spagna
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Nonna paterna:
Principessa Luisa di Napoli e Sicilia
Bisnonno paterno:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna paterna:
Maria Carolina d'Austria
Trisnonno paterno:
Francesco I, Sacro Romano Imperatore
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Madre:
Principessa Maria Antonietta delle Due Sicilie
Nonno materno:
Francesco I delle Due Sicilie
Bisnonno materno:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Trisnonno materno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna materna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna materna:
Maria Carolina d'Austria
Trisnonno materno:
Francesco I, Sacro Romano Imperatore
Trisnonna materna:
Maria Teresa d'Austria
Nonna materna:
Infanta Maria Isabella di Spagna
Bisnonno materno:
Carlo IV di Spagna
Trisnonno materno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna materna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna materna:
Maria Luisa di Parma
Trisnonno materno:
Filippo I, Duca di Parma
Trisnonna materna:
Principessa Luisa Elisabetta di Francia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95407217