Carlo Pedrotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Pedrotti

Carlo Pedrotti (Verona, 14 marzo 1817Verona, 16 ottobre 1893) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano.

Si formò come allievo di Domenico Foroni a Verona, dove iniziò a comporre fin da giovanissimo opere per lo più comiche. Nel 1854 venne rappresentata alla Scala la sua opera drammatica più significativa: Genoveffa di Brabante.
Fu direttore d'orchestra ad Amsterdam fino al 1845, quando ritornò a Verona, dove svolse un'intensa attività presso il Teatro Filarmonico .
Nel 1856, sempre a Verona, andò in scena l'opera che è considerata il suo capolavoro: Tutti in maschera[1].
Nel 1868 si recò a Torino a dirigere il Teatro Regio e dove fondò i concerti popolari. Nel 1892 ebbe la nomina al Liceo Rossini di Pesaro.
Ma l'anno seguente fece ancora ritorno a Verona, dove il 16 ottobre 1893 una grave forma di depressione lo spinse ad uccidersi, gettandosi nelle acque dell'Adige.

Una via gli è stata dedicata sia nella città di Torino, vicino a Corso Novara che in quella di Verona.

Le Opere[modifica | modifica wikitesto]

Pedrotti musicò sedici Opere, prevalentemente opere buffe. Compose inoltre musica sacra e diverse liriche da camera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Speciale de L'Arena di Verona per il centoventicinquesimo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 17491374

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica