Carlo II di Lorena-Vaudémont

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo II di Lorena-Vaudémont
cardinale di Santa Romana Chiesa
COA Charles de Lorraine (1567-1607).svg
Nato 20 aprile 1561, Nomeny
Creato cardinale 21 febbraio 1578 da papa Gregorio XIII
Deceduto 30 ottobre 1587, Parigi

Carlo II di Lorena-Vaudémont (Nomeny, 20 aprile 1561Parigi, 30 ottobre 1587) è stato un cardinale francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carlo II di Lorena-Vaudémont nacque il 20 aprile 1561 a Nomeny, nella diocesi di Metz, in Francia. Egli era il figlio di Nicola di Lorena, conte di Vaudémont, e della sua seconda moglie, Giovanna di Savoia-Nemours. Egli era inoltre fratello della Regina Luisa, moglie di Re Enrico III di Francia e fu zio del Cardinale Carlo III di Lorena-Vaudémont (1589).

Con l'intento di intraprendere la carriera ecclesiastica, egli si applicò con zelo allo studio della teologia presso l'università gestita dai gesuiti a Pont-à-Mousson.

Quando sua sorella sposò il Re di Francia, egli venne chiamato a corte con l'intento di fornirgli in quel luogo una posizione di rilievo, ma egli tornò presto all'università per concludere i propri studi, divenendo Abate commendatario di Moissac (dal 1571 al 1580).

Creato cardinale diacono nel concistorio del 21 febbraio 1578, divenne successivamente Amministratore Apostolico della sede di Toul dal 9 marzo 1580, mantenendo l'amministrazione della sede sino alla propria morte. Egli aveva raggiunto queste cariche anche in merito alla propria opera di squisita dissertazione teologica che aveva tenuto proprio a Pont-à-Mousson, dedicando l'opera a papa Gregorio XIII. Divenuto Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo nel 1583, venne eletto Vescovo di Verdun il 7 gennaio 1585, ma non prese parte al conclave del 1585 che elesse a pontefice Sisto V. Solo in quell'anno, del resto, ricevette la porpora cardinalizia e l'annessa diaconia di Santa Maria in Domnica dal 24 giugno 1585.

Il 25 novembre 1586 venne ordinato sacerdote nella cattedrale di Verdun e optò successivamente per il titolo presbiteriale della Santissima Trinità al Monte Pincio (20 aprile 1587). Non ricevette mai la consacrazione episcopale, in quanto morì il 30 ottobre di quello stesso 1587 a Parigi, venendo quindi sepolto nel monastero dei Cordiglieri (francescani) di Nancy.

Predecessore Abate Commendatario di Moissac Successore Prepozyt.png
 ? 1571-1580  ?
Predecessore Vescovo di Toul
Amministratore
Successore BishopCoA PioM.svg
 ? 1580 - 1585  ?
Predecessore Vescovo di Verdun Successore BishopCoA PioM.svg
Nicolas Bousmard 1585 - 1587 Nicolas Boucher
Predecessore Cardinale diacono di Santa Maria in Domnica Successore CardinalCoA PioM.svg
Ferdinando de' Medici 1585 - 1587 Federico Borromeo
Predecessore Cardinale presbitero di Santissima Trinità al Monte Pincio Successore CardinalCoA PioM.svg
Titolo inesistente aprile-ottobre 1587 François de Joyeuse