Carlo III d'Elbeuf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo III
Duca d'Elbeuf
Armoiries ducs d'Elbeuf.svg
Nascita Hôtel d'Elboeuf, Parigi, Francia[1], 1620[1]
Morte Hôtel d'Elboeuf, Parigi, Francia, 4 maggio 1692
Dinastia Casato di Lorena
Padre Carlo II, Duca d'Elbeuf
Madre Caterina Enrichetta di Borbone
Coniugi Anne Élisabeth de Lannoy
Élisabeth de La Tour d'Auvergne
Françoise de Montault de Navailles

Carlo di Lorena (16204 maggio 1692) fu il terzo Duca d'Elbeuf e membro del Casato di Lorena. Succedette a suo padre Carlo II, Duca d'Elbeuf, al Ducato-Pari d'Elbeuf. Sua madre era una figlia illegittima di Enrico IV di Francia e Gabrielle d'Estrées. Fu anche un Pari di Francia così come titolare Duca di Guisa, Conte di Harcourt, Lillebonne e Rieux.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque all'Hôtel d'Elboeuf a Parigi. Era il figlio maggiore di Carlo di Lorena, Duca d'Elbeuf e sua moglie Caterina Enrichetta di Borbone, Légitimée de France, figlia legittimata di Enrico IV di Francia e Gabrielle d'Estrées.

Membro del Casato di Guisa fondato da Claudio I di Guisa,[2] fu un Principe di Lorena come un discendente in linea maschile di Renato II, Duca di Lorena.

I cugini paterni di primo grado includono lo Chevalier de Lorraine (amante di Filippo I, Duca d'Orléans), il Conte d'Armagnac; i cugini materni includono Luigi XIV di Francia e il su menzionato Duca d'Orléans.

Era noto come il Conte d'Harcourt-Elbeuf mentre suo padre era ancora in vita; intorno al 1650, si designò come prince d'Harcourt, essendo la contea d'Harcourt uno dei titoli controllata da suo padre. Servì in Italia (1641) e Piccardia (1642) sotto il comando di suo zio Henri, Conte d'Harcourt. Carlo partecipò alla Guerra dei trent'anni; fu con le Grand Condé (poi Duca d'Enghien) alla famosa vittoria di Rocroi nel 1643. Fu anche un elemento delle battaglie di Thionville ae Sierck, così come all'assedio di Gravelines (1644); combatté in seguito nella Battaglia di Nördlingen (1645) oltre che a Treviri.

Alla morte di suo padre nel novembre 1657, diventò duc d'Elbeuf e Pari di Francia. Successivamente al 1661, Luigi XIV iniziò il suo regno personale[3] e nominò Carlo Governatore Generale della Piccardia e d'Artois, un ufficio che suo padre aveva occupato in precedenza.

Si sposò tre volte ed ebbe numerosi figli illegitimi. Morì a Parigi intorno ai 61 anni. Fu sepolto nell'Église du couvent des Jacobins a Parigi. Gli successe il terzo dei suoi figli che gli erano sopravvissuti, Henri

Figli[modifica | modifica sorgente]

Carlo si sposò tre volte; il sposò il 7 marzo 1648 Anne Élisabeth de Lannoy (1626–1654), figlia di Charles de Lannoy;

  1. Anna Elisabetta di Lorena, Mademoiselle d'Elbeuf (6 agosto 1649–5 agosto 1714) sposò Carlo Enrico di Lorena, un lontano cugino e figlio illegittimo di Carlo III, Duca di Lorena, ed ebbe figli;
  2. Carlo di Lorena, Chevalier d'Elboeuf[1] (2 novembre 1650–1690), celibe;

In seconde nozze sposò Élisabeth de La Tour d'Auvergne (figlia del Duca di Bouillon e sorella di Goffredo Maurizio de La Tour d'Auvergne) il 25 agosto 1684 ed ebbe sei figli;

  1. Enrico Federico di Lorena, Conte d'Islebonne[1] (26 gennaio 1657–21 ottobre 1666) morì nell'infanzia;
  2. Maria Eleonora di Lorena (24 febbraio 1658–marzo 1731), Badessa di Saint Jacques;[4][5]
  3. Maria Francesca di Lorena (5 maggio 1659–?), Badessa di Saint Germaine;
  4. Enrico di Lorena, Duca d'Elbeuf (7 agosto 1661–17 maggio 1748) sposò Charlotte de Rochechouart de Mortemart figlia di Louis Victor de Rochechouart de Mortemart, nipote di Madame de Montespan ed ebbe figli;
  5. Luigi di Lorena, Abbate d'Orcamp (18 settembre 1662–4 febbraio 1693) ebbe figli illegittimi;
  6. Emanuele Maurizio di Lorena, Duca d'Elbeuf (30 dicembre 1677–17 luglio 1763), sposatosi due volte senza figli; alla sua morte il Ducato d'Elbeuf passò a Carlo Eugenio di Lorena, prince de Lambesc;

In terze nozze sposò Françoise de Montault de Navailles il 25 agosto 1684;

  1. Susanna Enrichetta di Lorena (1 febbraio 1686–19 ottobre 1710) sposò Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers, senza figli;
  2. Luisa Anna di Lorena, Principessa di Navailles[1] (10 luglio 1689–1762) nublie.

Carlo ebbe anche tre figli illegittimi tra cui Charles bâtard de Lorraine[1] (1645–1708), senza figli sopravvissuti.

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g Leo van de Pas, Charles III de Lorraine, Duke of Elbeuf in Genealogics .org. URL consultato il 1º marzo 2010.
  2. ^ In quanto figlio di Renato II di Lorena, gli fu dato il Ducato gi Guisa come appannaggio che era stato creato titolo di Pari da Francesco I di Francia nel 1528
  3. ^ Sua madre Anna d'Austria era stata Reggente per il re che era salito al trono nel 1643 aall'età di 4 anni
  4. ^ Carmel du faubourg Saint-Jacques; Eriau, Jean-Baptiste, L'ancien Carmel du faubourg Saint-Jacques (1604-1792), J. de Gigord, A. Picard, Paris, 1929(http://www.persee.fr/web/revues/home/prescript/article/rhef_0300-9505_1929_num_15_69_2523_t1_0497_0000_2
  5. ^ un convento Carmelitano sulla Rive gauche a Parigi nel Quartiere latino.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Georges Poull, La maison ducale de Lorraine, 1991