Carlo Carafa della Spina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Carafa della Spina
cardinale di Santa Romana Chiesa
Carlo Carafa cardinale.jpg
Nato 21 aprile 1611, Roma
Creato cardinale 14 gennaio 1664 da papa Alessandro VII
Deceduto 19 ottobre 1680, Roma

Carlo Carafa della Spina (Roma, 21 aprile 1611Roma, 19 ottobre 1680) è stato un cardinale italiano. Era figlio di Girolamo Carafa, marchese di Castelvetere e di Diana Vittori Borghese, nipote di Papa Paolo V. Era anche fratello del cardinale Fortunato Ilario Carafa della Spina.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laureò a Roma in utroque iure. Fu nominato vescovo di Aversa nel 1644, anno in cui ricevette anche la consacrazione episcopale.

Fu nunzio apostolico nella Svizzera cattolica nel 1653, presso la Repubblica di Venezia nel 1654 e in Austria dal 1658 al 1664.

Papa Alessandro VII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 14 gennaio 1664 assegnandogli il titolo di cardinale presbitero di Santa Susanna nel 1665.

Nel 1675 optò per il titolo di Santa Maria in Via.

Fu camerlengo del Sacro Collegio.

Al suo decesso la salma venne inumata nella chiesa del Gesù di Roma.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Carafa della Spina partecipò a tre conclavi:

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oltre a Carlo ed al fratello Fortunato Ilario, la sua famiglia ha dato numerosi cardinali alla Chiesa Cattolica: ed un papa:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76306384 SBN: IT\ICCU\BVEV\070513