Carl Thomas Mozart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I due fratelli Karl Thomas (d) e Franz Xaver Wolfgang (s), in un ritratto opera di Hans Hansen, (Vienna, 1800)

Carl Thomas Mozart (Vienna, 21 settembre 1784Milano, 31 ottobre 1858) fu il secondo dei sei figli di Wolfgang Amadeus Mozart e Constanze, dei quali solo lui e suo fratello Franz Xavier sopravvissero fino all'età adulta.

Prima di concludere la scuola, a Praga, fuggì nel 1797 a Livorno, per iniziare il suo apprendistato con una ditta commerciale. Il progetto di aprire un negozio di pianoforti fallì per mancanza di fondi. Si trasferì, allora, in Milano, ove dal 1805 studiò musica con Bonifazio Asioli. Possedeva anche una casa in un paesino in provincia di Como, Valmorea (nella frazione di Caversaccio). Del luogo apprezzava l’amenità e la salubrità delle acque. Lasciò in eredità al comune la casa, sulla quale è riportata una targa che lo ricorda. In municipio si conserva una copia del testamento.

Nel 1810 abbandonò gli studi musicali per diventare un funzionario al servizio del viceré di Napoli a Milano.

Carl fu padre di una bambina, Constanza, che morì nel 1833. Partecipò frequentemente alle rappresentazioni dell'opera del padre fino alla morte, nel 1858. La sua scomparsa segnò la fine della stirpe dei Mozart.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 121884454 LCCN: nr93035201