Cardinale Lamberto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cardinale Lamberto
Il Cardinale Lamberto sul letto di morte
Il Cardinale Lamberto sul letto di morte
Universo Il padrino
Lingua orig. Inglese
1ª app. in Il padrino - Parte III
Ultima app. in Il padrino - Parte III
Interpretato da Raf Vallone
Sesso Maschio
Professione cardinale poi eletto papa
« Trovo sempre il tempo per salvare un'anima. »
(Cardinal Lamberto)

Il Cardinale Lamberto è un personaggio di finzione del film Il padrino - Parte III, pellicola in cui è interpretato da Raf Vallone.

La figura e la vicenda del cardinale, liberamente romanzata, è ispirata a quella del breve pontificato di Papa Giovanni Paolo I, durato soltanto 33 giorni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Cardinale Lamberto è un sacerdote molto influente in Vaticano, e apprezzato per la sua alta moralità, la sua saggezza e la sua affabilità.

Riceve una visita dell'ex padrino italoamericano Michael Corleone, durante una sua permanenza in Sicilia nel 1980, e tenta di aiutarlo a risolvere i suoi problemi con il subdolo Arcivescovo Gilday, capo della Banca Vaticana e implicato in un grosso raggiro di capitali a danno della reputazione dello stesso Vaticano.

Alla morte di Papa Paolo VI, viene eletto trionfalmente quale papa con il nome pontificale di Giovanni Paolo I, e la sua nomina getta nel panico uomini potenti quali il banchiere svizzero Frederick Keinszig e il potente politico italiano Licio Lucchesi, i quali tramano la sua uccisione convinti da Gilday.

Viene avvelenato con una tazza di tè serale pochi giorni dopo l'ascesa al pontificato; sebbene ciò non venga precisato, si desume che sia stato proprio Gilday ad avvelenarlo.

Differenze col Giovanni Paolo I storico[modifica | modifica wikitesto]

Il Cardinale Lamberto è un personaggio fortemente ispirato alla figura di Albino Luciani, un "Giovanni Paolo I di finzione", ma sono diverse le divergenze con la realtà storica di Luciani. Intanto, Paolo VI morì nel 1978, per cui nel 1979 gli erano già succeduti sia Giovanni Paolo I sia Giovanni Paolo II. Il coinvolgimento di Lamberto nelle vicende dello IOR e il suo assassinio sono tratti da quanto David Yallop ha scritto nel suo bestseller In nome di Dio sull'improvvisa morte di Papa Luciani.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]