Carbonato rameico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carbonato rameico
Carbonato rameico.JPG
Nome IUPAC
triossocarbonato(IV) di rame
Nomi alternativi
carbonato rameico
carbonato di rame(II)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CuCO3
Massa molecolare (u) 123.555 g/mol
Numero CAS [1184-64-1]
Numero EINECS 214-671-4
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua insolubile
Temperatura di fusione 200 °C
Temperatura di ebollizione 290 °C (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 302 - 315 - 319 - 335
Consigli P 261 - 305+351+338 [1]

Il carbonato rameico è il sale di rame(II) dell'acido carbonico.

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Il carbonato rameico puro non può essere sintetizzato per reazione di scambio: facendo reagire un sale di rame(II) con un carbonato solubile si ottiene un precipitato azzurro costituito da Cu(OH)2 e CuCO3 in rapporto molare 1:1.

2 Cu2+ + 2 CO32- + H2O → CuCO3↓ + Cu(OH)2↓ + CO2

Questo spiega la fuoriuscita di bolle di anidride carbonica durante la reazione.
I due composti componenti il precipitato possono però essere separati immergendoli in una soluzione di ammoniaca.

CuCO3 (s) · Cu(OH)2 (s) + 4 NH3(aq) → CuCO3 (s) + [Cu(NH3)4]2+(aq) + 2 OH-(aq)

Così facendo si otterrà una soluzione blu intenso di reattivo di Schweizer in cui è sciolto l'idrossido rameico, mentre il carbonato rimane indisciolto sul fondo. Filtrando il tutto e sciacquando il precipitato con altra ammoniaca diluita si otterrà il carbonato rameico puro.
Se si desidera produrre grandi quantità di carbonato rameico in laboratorio, si consiglia di utilizzare un estrattore, per riciclare il solvente (l'ammoniaca) e conservare anche l'idrossido rameico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 18.09.2012

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia