Carapelle (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carapelle
Stato Italia Italia
Regioni Campania Campania
Puglia Puglia
Lunghezza 98 km
Portata media 2,10 m³/s
Bacino idrografico 950 km²
Altitudine sorgente 800 m s.l.m.
Nasce Vallata (Av)
41°05′03.94″N 15°22′07.47″E / 41.084427°N 15.368741°E41.084427; 15.368741
Sfocia Adriatico - Golfo di Manfredonia (FG)
41°29′34.21″N 15°55′34.6″E / 41.492837°N 15.926279°E41.492837; 15.926279Coordinate: 41°29′34.21″N 15°55′34.6″E / 41.492837°N 15.926279°E41.492837; 15.926279

Il fiume Carapelle, spesso classificato come torrente, nasce in Irpinia alle falde del Monte La Forma (m 864) col nome di torrente Calaggio[1]. Scorre per circa 98 km prima di sfociare nel golfo di Manfredonia in località Torre Rivoli, presso Zapponeta (FG).

I principali affluenti del Carapelle sono i valloni Isca e di San Pietro[2][3], rispettivamente nelle zone di Bisaccia e Scampitella (AV), e i torrenti Carapellotto e Frugno[4][5], che affluiscono in Puglia provenienti da Sant'Agata e Deliceto (FG). Il suo basso corso è interessato come area protetta all'interno della Riserva Statale delle Saline di Margherita di Savoia.

Note[modifica | modifica wikitesto]