Caprile (Alleghe)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caprile
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Belluno-Stemma.png Belluno
Comune Alleghe-Stemma.png Alleghe
Territorio
Coordinate 46°26′15″N 11°59′45″E / 46.4375°N 11.995833°E46.4375; 11.995833 (Caprile)Coordinate: 46°26′15″N 11°59′45″E / 46.4375°N 11.995833°E46.4375; 11.995833 (Caprile)
Altitudine 1023 m s.l.m.
Abitanti 279[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 32022
Prefisso 0437
Fuso orario UTC+1
Patrono san Bartolomeo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Caprile

Caprile (Ćaurì in ladino[2]) è una frazione di Alleghe, in provincia di Belluno.

Geografia e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Si trova all'estremità settentrionale del territorio comunale, in continuità con la frazione Saviner di Laste di Rocca Pietore[3]. È composta da una serie di nuclei minori: Sot Crepaz, Sac, Pian de Sala, Bestenart e Caprile stessa[4].

Il centro sorge all'imboccatura delle valli Pettorina e Fiorentina, quindi alla confluenza degli omonimi torrenti nel Cordevole. È dunque un punto cruciale per quanto riguarda i collegamenti stradali, anche per il transito dell'ex Strada statale 203 "Agordina".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Caprile fu a lungo autonoma da Alleghe, costituendo un comune a sé stante. Le parti più antiche degli statuti della comunità, che ci sono pervenuti, risalirebbero al XII-XIII secolo. Nel 1807, sotto Napoleone, cessò l'autogoverno del centro, che divenne frazione di Alleghe.

La vocazione turistica di Caprile inizia nell'Ottocento con l'apertura degli alberghi Alle Marmolade e Alle Alpi[5].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La parrocchiale, intitolata a San Bartolomeo, fu edificata nel 1181 e ricostruita nel XV secolo. Tra le opere ivi conservate, alcuni dipinti di Karl Henrici (1737-1823) e l'organo del 1660[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte: ISTAT.
  2. ^ Giovan Battista Pellegrini, Toponomastica italiana. 10.000 nomi di città, paesi, frazioni, regioni, contrade, monti spiegati nella loro origine e storia, Milano, Hoepli, 1990, p. 364.
  3. ^ Fonte: ISTAT.
  4. ^ Secondo quanto riportato nello statuto comunale.
  5. ^ a b Informazioni dalla sezione "Cenni Storici" del sito istituzionale del comune
Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Veneto