Cappella di Notre-Dame du Haut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 47°42′14″N 6°37′16″E / 47.703889°N 6.621111°E47.703889; 6.621111

Cappella Notre-Dame du Haut
Stato Francia Francia
Regione Franca Contea
Località Ronchamp
Religione Cattolica
Titolare Maria
Diocesi Besançon
Consacrazione 20 giugno 1955
Architetto Le Corbusier
Stile architettonico Brutalismo
Inizio costruzione 1950
Completamento 1955
Sito web Sito ufficiale

Notre-Dame du Haut è una cappella situata a Ronchamp, presso Belfort in Francia realizzata dall'architetto Le Corbusier secondo i canoni dell'architettura brutalista (vedi anche Razionalismo). È considerata uno dei più celebri esempi di moderna architettura religiosa.

Progettata a partire dal 1950, la prima pietra venne posata il 4 aprile 1954 e la chiesa fu ultimata il 20 giugno 1955, benedetta il 25 giugno 1955, e fu consacrata l'11 settembre 2005.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La costruzione, situata sulla sommità di una collina, è in calcestruzzo armato. È costituita da un'unica navata di forma irregolare. Nei lati della navata sono ricavate tre piccole cappelle indipendenti che terminano in tre campanili di forma semi cilindrica. La copertura della chiesa è realizzata con una gettata di calcestruzzo modellata come se si trattasse di una grande vela rovesciata.

Per aumentare il senso di leggerezza dell'insieme la copertura non appoggia direttamente sulle pareti ma su corti pilastrini affogati nella muratura delle medesime. In questo modo, osservando il soffitto dall'interno, si percepisce una lama di luce che penetra tra i muri e la vela in calcestruzzo, come se essa potesse quasi volar via da un momento all'altro.

La luce entra inoltre da decine di aperture delle più varie forme. Feritoie, finestre, vetrate e frangisole che determinano suggestivi effetti di luce valorizzati dal contrasto tra il bianco dell'intonaco ed il grigio sporco del cemento.

La chiesa è stata concepita per essere utilizzata anche all'esterno, dove, sotto l'ampio tetto, si trovano un altare e un pulpito. La costruzione può ospitare circa 200 persone.

"Ho voluto creare un luogo di silenzio, di preghiera, di pace, di gioia interiore", disse Le Corbusier, il giorno dell'inaugurazione.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ronchamp Le Corbusier / un volume de Jean Petit ; photographies de Pino Musi, Jean Petit, Fidia edizioni d'arte, 1997 Lugano. ISBN 88-7269-076-5
  • Le Corbusier, la cappella di Ronchamp, Leonina Roversi, Alinea, Coll. «Momenti di architettura moderna» n°4, 1989 Firenze.
  • Le Corbusier: la Cappella di Ronchamp di Carlo Cresti, Sadea : Sansoni, Coll. «Forma e colore : i grandi cicli dell'arte» n°58, 1965 (circa) Firenze.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]