Capitan Mutanda contro i gabinetti parlanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capitan Mutanda contro i gabinetti parlanti
Titolo originale Captain Underpants and the Attack of the Talking Toilets
Autore Dav Pilkey
1ª ed. originale 1999
1ª ed. italiana 2001[1]
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza umoristica
Lingua originale inglese
Ambientazione Piqua, Ohio.
Personaggi Giorgio Giorgi, Carlo De Carlis, Grugno/Capitan Mutanda
Serie Capitan Mutanda
Preceduto da Le mitiche avventure di Capitan Mutanda
Seguito da Capitan Mutanda contro i malefici zombi babbei

Capitan Mutanda contro i gabinetti parlanti (Captain Underpants and the Attack of the Talking Toilets) è il secondo capitolo della serie per ragazzi dedicata a Capitan Mutanda, scritta e disegnata da Dav Pilkey.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Alla scuola De Amicis di Piqua viene organizzato un concorso di scienze al cui vincitore verrà concesso essere direttore per un giorno. Carlo e Giorgio sono esclusi dalla competizione dopo i precedenti degli scherzi degli anni passati e così i due decidono di manomettere le invenzioni degli altri studenti.

Trovano però il loro compagno Mariolino Atomo, rimasto a mettere a punto la sua macchina: PATTI 2000 la fotocopiatrice potenziata, capace di trasformare qualsiasi immagine in un oggetto tridimensionale e vivente. Dopo il concorso, guastato dall'interventi dei due burloni, Giorgio e Carlo vengono puniti; durante l'ora di reclusione scrivono un fumetto supereroistico con dei mostruosi gabinetti parlanti. Commettono l'errore di fotocopiarlo con la PATTI di Mariolino e così la scuola viene invasa dalle creature mutanti, che ingoiano studenti ed insegnanti.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali
  • Giorgio Giorgis
  • Carlo De Carlis
  • Signor Grugno/Capitan Mutanda
Personaggi minori
  • Mariolino Atomo
  • Robot Sturagabinetti
Antagonisti
  • Turbo Gabinetto 2000
  • Gabinetti Parlanti

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ capitan mutanda contro i gabinetti parlanti, Edizioni Piemme. URL consultato il 18 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]