Capitan Harlock (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capitan Harlock
Capitan Harlock in una scena dell'omonimo film
Capitan Harlock in una scena dell'omonimo film
Universo Capitan Harlock/Galaxy Express 999
Nome orig. キャプテン・ハーロック (Kyaputen Harokku)
Lingua orig. Giapponese
Autore Leiji Matsumoto
Editore Akita Shoten
1ª app. 1953
1ª app. in Mitsubachi no bōken (1953)
Ultima app. in Capitan Harlock
Editore it. Granata Press
Rete Italia Rai 2
app. it. 9 aprile 1979
Voci orig.
Voci italiane
Specie umano
Sesso Maschio
Professione pirata
Parenti
  • Phantom F. Harlock I (avo)
  • Phantom F. Harlock II (avo)

Capitan Harlock (キャプテン・ハーロック Kyaputen Harokku?) è un personaggio immaginario creato dal mangaka Leiji Matsumoto.

Cosplay di Capitan Harlock ed Esmeralda

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Harlock è l'eroe romantico archetipico, un pirata spaziale con una filosofia individualistica della vita. È tanto nobile quanto taciturno e ribelle, e lotta stoicamente contro i regimi totalitari, siano essi terrestri o alieni. Come da egli stesso affermato, Harlock non combatte per uno stato o un pianeta in particolare, ma solo per gli ideali che ha nel cuore.

Harlock inoltre non teme la morte, e a volte viene visto indossare abiti con il numero 42 su di essi. Nella cultura giapponese, il numero 42 è associato con la morte (i numeri, pronunciati separatamente come "quattro due", suonano come le parole "shi ni", che significano "morte").

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio è introdotto in Mitsubachi no bōken (1953), ma non fece il suo debutto come protagonista fino al 1977 nel manga Capitan Harlock. Da allora, il personaggio è apparso in numerose serie animate e film, l'ultimo dei quali è Capitan Harlock (2013).

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Capitan Harlock è un pirata dello spazio del XXX secolo che vive a bordo dell'astronave Arcadia, che solca i cieli per depredare le astronavi da trasporto terrestre e combattere i nemici della Terra, quali il popolo extraterrestre delle mazoniane, intenzionate a invadere il pianeta.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]