Cap-d'Ail

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cap-d'Ail
comune
Cap-d'Ail – Stemma
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Dipartimento Nice Arms.svg Alpi Marittime
Arrondissement Nizza
Cantone Villafranca
Territorio
Coordinate 43°43′N 7°24′E / 43.716667°N 7.4°E43.716667; 7.4 (Cap-d'Ail)Coordinate: 43°43′N 7°24′E / 43.716667°N 7.4°E43.716667; 7.4 (Cap-d'Ail)
Superficie 2,04 km²
Abitanti 5 088[1] (2009)
Densità 2 494,12 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 6320
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 06032
Nome abitanti Cap-d'Aillois (FR); Capodagliesi (IT)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Cap-d'Ail

Cap-d'Ail (nome originario italiano Capodaglio o Capo d'Aglio) è un comune francese di 5.088 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

In lingua occitana ed in dialetto nizzardo, per Georges Castellana, si dice Caup d'Alh ed i suoi abitanti lu capolhencs, secondo la norma classica, ovvero Cau d'Ai e lu Capouienc, secondo la norma mistraliana. Il dizionario Piccolo Larousse indica la pronuncia «Cabdail», annotata come [kabdaj], ma ci si può ben anche attenere a [kap daj].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Cap-d'Ail appartiene geograficamente alla regione fisica italiana, come tutto l'ex Contado di Nizza, ed il suo territorio era compreso con il comune di Turbia, da cui è stato scorporato, nella storica Contea di Nizza, che è stata ceduta dal Regno di Sardegna alla Francia nel 1861.

Cap-d'Ail possiede spiagge reputate per la loro bellezza naturale, ed anche un sentiero litoraneo, che costeggia una tipica vegetazione mediterranea. Il rilievo a scarpate della costa, caratteristica del bacino idrografico monegasco, fa tuffare il comune dalle pendici verticali della Tête de Chien fino alle cale selvagge delle spiagge della Mala.

Il comune è attraversato dalla strada dipartimentale RD6098, chiamata "bassa Cornice" e la RD6007, anticamente strada nazionale RN7, detta «media Cornice», oggi denominata Viale Principe Ranieri III di Monaco (Avenue Prince-Rainier-III-de-Monaco), sulla sua periferia settentrionale. In riva al mare, il sentiero litoraneo è un antico percorso riassestato di 3.600 metri, che congiunge le spiagge Mala e Marquet, passando dalla Punta dei Doganieri (Pointe des Douaniers).

Intorno a Cap-d'Ail[modifica | modifica sorgente]

Verso nord: comune frontaliero con Turbia (La Turbie). // Isola 2000, a 105 km. // Grenoble, a 340 km. // Lione, a 492 km. // Parigi, a 954 km.

Verso est: comune frontaliero con il quartiere di Fontevecchia di Monaco (Fontvieille de Monaco). // Mentone, a 16 km. // Ventimiglia (Italia), a 29 km. // San Remo (Italia), a 59 km. // Genova (Italia), a 183 km. // Roma (Italia), a 694 km.

Verso ovest: comune frontaliero con Eza (Èze). //Beaulieu-sur-Mer, a 9 km. // Nizza, a 18 km. // Tolone, a 170 km. // Marsiglia, a 226 km.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio dell'odierno comune di Cap-d'Ail, unitamente a quello di Turbia, da cui è stato scorporato nel 1908, ha seguito fin dal 1388 con la Contea di Nizza, in cui era compreso, le vicende storiche prima della Contea di Savoia e del Ducato di Savoia, e poi dopo il Congresso di Vienna, dal 1815 al 1860, le sorti del Regno di Piemonte-Sardegna, per essere poi annesso nel 1861 alla Francia, con tutto il Nizzardo, dopo essere stato ceduto dal re Vittorio Emanuele II di Savoia all'Imperatore dei Francesi Napoleone III per il suo aiuto all'Unità d'Italia, nella seconda guerra d'indipendenza italiana del 1859.

La località abitata di Cap-d’Ail, che si chiamava Capodaglio o Capo d'Aglio nel toponimo originale storico italiano, nella Contea di Nizza e nel regno di Piemonte-Sardegna sino al 1860, prima della sua erezione a comune autonomo, con il nome di "La Turbie-sur-Mer" (Turbia sul Mare), era la facciata marittima del comune di Turbia, prima di distaccarsene nel 1908, la cui costituzione comunale a sé stante avviene il 30 dicembre, quattro anni dopo il comune di Beausoleil.

Alla fine della seconda Guerra mondiale, Cap-d'Ail è liberata il 3 settembre 1944[2].

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Secondo alcuni l'etimologia del toponimo deriverebbe da Cap des Abeilles (letteralmente "Capo delle Api"), infatti le api sono presenti nello stemma del comune.

Questa cittadina è il luogo di residenza di Didier Deschamps, ex giocatore e allenatore della Juventus.

In questo comune francese della Costa Azzurra il 13 settembre del 1982, perse la vita in un incidente stradale l'attrice Grace Kelly, moglie del principe Ranieri III di Monaco. La principessa viaggiava insieme alla figlia minore Stéphanie, percorrendo la strada per La Turbie, quando perse il controllo della vettura che precipitò in una scarpata capovolgendosi in corrispondenza del tornante detto coude du diable ("gomito del diavolo").

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ ↑ www.memorial-genweb.org [archive] Cap-d'Ail: Stèle commémorative place de la libération (Relevé n° 133357)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia