Cantharellus friesii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cantharellus friesii
Cantharellus friesii IMG 3438 r.JPG
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Cantharellales
Famiglia Cantharellaceae
Genere Cantharellus
Specie C. friesii
Nomenclatura binomiale
Cantharellus friesii
Welw. & Curr., 1869
Caratteristiche morfologiche
Cantharellus friesii
Cappello ondulato disegno.png
Cappello ondulato
Ridges icon.png
Imenio creste
Decurrent gills icon2.svg
Lamelle decorrenti
Yellow spore print icon.png
Sporata gialla
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Foodlogo.svg
Commestibile

Cantharellus friesii Welw. & Curr., Champs Jura Vosges 1: 191 (1869).

Cantharellus friesii è un fungo agaricomicete.

Descrizione della specie[modifica | modifica sorgente]

Cappello[modifica | modifica sorgente]

0,5-4 cm di diametro. Esile, di forma irregolare. Superficie gibbosa.

Cuticola
arancio vivo.
Margine
per lo più ondulato.

Lamelle[modifica | modifica sorgente]

Decorrenti, spesse, anastomosate, di colore più pallido rispetto al cappello.

Gambo[modifica | modifica sorgente]

1-3 x 0,2-0,8 cm, concolore al cappello, talvolta attenuato alla base.

Carne[modifica | modifica sorgente]

Da aranciata a biancastra. Molle.

Microscopia[modifica | modifica sorgente]

Spore
ellittiche, 8-10 x 4-5 µm, giallastre in massa.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Sotto latifoglia (castagno e faggio), più raramente sotto conifera. Estate-autunno.

Commestibilità[modifica | modifica sorgente]

Eccellente come il Cantharellus cibarius ma assai meno redditizio.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Di "Fries", in onore del micologo svedese Fries.

Nomi comuni[modifica | modifica sorgente]

  • Cantarello di Fries.

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(EN) Cantharellus friesii in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia