Canis lupus pallipes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lupo dell'Asia sud-occidentale
Canis lupus pallipes Mysore Zoo 1.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Canidae
Genere Canis
Specie C. lupus
Sottospecie C. l. pallipes
Nomenclatura trinomiale
Canis lupus pallipes
Sykes, 1831

Il lupo dell'Asia sud-occidentale (Canis lupus pallipes), noto anche come lupo turco o iraniano, è una sottospecie di lupo grigio diffusa in Libano, Israele settentrionale, Arabia Saudita, Turchia, Afghanistan, Pakistan ed Iran.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Con un'altezza al garrese tra i 45 e i 76 centimetri, i lupi dell'Asia sud-occidentale pesano tra i 24 ed i 31 chilogrammi[1].

Il loro mantello, corto e di colore pallido, li aiuta a mimetizzarsi sul terreno semi-arido del loro habitat. Il sottopelo è presente solo raramente o manca del tutto, il che li mantiene freschi anche nei caldi climi mediorientali[1].

Apparentemente sembra che non ululino[1].

Le ultime ricerche sull'mtDNA del lupo indiano, ritenuto in passato una varietà di Canis lupus pallipes, confermano che questa è una nuova specie di lupo, chiamata ora Canis indica, separata e distinta dalle altre specie di lupi del mondo[2].

Si distingue dal lupo arabo per il mantello più scuro, per le maggiori dimensioni e per la testa proporzionalmente più grande[3].

Status attuale[modifica | modifica sorgente]

Israele sembra essere l'ultima speranza per la sopravvivenza in Medio Oriente del lupo dell'Asia sud-occidentale, poiché è l'unico Paese in questa regione dove è presente una protezione legale. Nelle regioni settentrionali e centrali di questo stato vi sono 150-250 lupi. I pericoli maggiori per i lupi di Israele sono i cani locali che si incrociano con essi, contaminando essenzialmente la purezza genetica della sottospecie.

Nella cultura[modifica | modifica sorgente]

Il lupo, noto in Turchia come Bozkurt, era il principale animale protettore delle antiche tribù turche e divenne il simbolo nazionale dagli Unni fino all'impero ottomano. Prima che i turchi si convertissero all'Islam, sulla punta delle aste delle loro bandiere veniva posta la testa di un lupo, in seguito rimpiazzata dalla mezzaluna e dalla stella. Nella mitologia turca si credeva che i Göktürk fossero i discendenti della lupa Asena, leggenda parallela al mito di Romolo e Remo. Inoltre, un lupo mostrò ai turchi la strada per uscire dalla loro leggendaria vallata, Ergenekon, circondata dalle montagne.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c The Iranian Wolf, Wolf Song of Alaska. URL consultato il 6 ottobre 2007.
  2. ^ Blackwell Synergy - J Zoological System, Volume 45 Issue 2 Page 163-172, May 2007 (Article Abstract)
  3. ^ Bright, Michael, Beasts of the Field: The Revealing Natural History of Animals in the Bible, 2006, p346, ISBN 1-86105-831-4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi