Canirallus oculeus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rallo golagrigia
Canirallus oculeus Museum de Genève.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Gruiformes
Famiglia Rallidae
Genere Canirallus
Specie C. oculeus
Nomenclatura binomiale
Canirallus oculeus
(Hartlaub, 1855)

Il rallo golagrigia (Canirallus oculeus Hartlaub, 1855) è un uccello della famiglia dei Rallidi originario dell'Africa occidentale e centrale[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il rallo golagrigia misura circa 32 cm di lunghezza. Il piumaggio bruno-oliva presenta sulle copritrici delle ali alcune grosse macchie bianche tondeggianti, e strisce bianche sulle remiganti secondarie e primarie.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale del rallo golagrigia si estende dalla Sierra Leone alla Repubblica Democratica del Congo. Vive lungo i fiumi e i torrenti che scorrono attraverso la foresta pluviale, e sembra prediligere le zone di foresta inondata, piuttosto che le acque aperte.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Il rallo golagrigia è un uccello sedentario e gli studiosi non hanno registrato alcuno spostamento degno di nota. Nidifica durante la stagione delle piogge, ma non sappiamo granché delle sue abitudini e della sua struttura sociale.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La dieta del rallo golagrigia comprende insetti (come formiche, Coleotteri, bruchi e altre larve), chiocciole, limacce, piccoli granchi e millepiedi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Gli studiosi hanno avuto modo di osservare solo tre nidi di questo animale: due erano costituiti da una struttura fatta di foglie di piante erbacee posta su un tronco circondato da suolo paludoso, l'altro era posto sul terreno, tra le radici di un albero nei pressi di un torrente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Canirallus oculeus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 12 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli