Canale di Mosca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il canale di Mosca (in russo Кана́л и́мени Москвы́, Kanal imeni Moskvy), chiamato fino al 1947 canale Mosca-Volga, è un canale che congiunge il fiume Moscova con la principale arteria dei trasporti della Russia europea, il fiume Volga. Scorre nelle oblast' di Mosca e Tver', a nord della capitale. Costruito grazie al lavoro forzato dei prigionieri dei gulag durante la dittatura di Stalin, ha inizio a Ivan'kovo, nei pressi della città di Dubna, e si unisce al fiume Moscova a 19 chilometri a monte dal suo estuario. La lunghezza del canale è di 128 km. Grazie ad esso, Mosca ha accesso a cinque mari, includendo il Mar Bianco, il mar Baltico, il mar Caspio, il mar d'Azov e il Mar Nero. Questo è il motivo per cui Mosca è talvolta chiamata "il porto dei cinque mari" (in russo порт пяти морей, port pjati morej). A parte un utilizzo commerciale, il canale provvede a circa metà del fabbisogno idrico della città, e le rive dei suoi numerosi bacini di riserva sono frequentati da moscoviti in cerca di svago.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]