Canadian Baseball League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Canadian Baseball League fu una lega minore indipendente di baseball che operò nel 2003. Il commissario era Ferguson Jenkins, Hall of Famer della Major League Baseball e membro del Canadian Baseball Hall of Fame. La lega ebbe tra i protagonisti giocatori come Francisco Cabrera, Floyd Youmans, Rich Butler e Steve Sinclair.

La lega aveva sede a Vancouver e il trofeo assegnato al vincitore era la Jenkins Cup.

La CBL fu il frutto della mente di Tony Riviera, un ex scout della MLB e poi uomo immagine della CBL stessa. Fu seguito dall'ex sviluppatore di prodotti Microsoft, Charlton Lui, e poi dall'ex presidente di Yahoo!, nonché azionista dei San Francisco Giants, Jeff Mallett.[1] Ferguson Jenkins fu quindi coinvolto come Commissioner.

L'idea di Riviera aveva molti obiettivi, e si guadagnò molta attenzione facendo grandi promesse. Riviera affermò che la CBL era di qualità "AAA",[2] Si disse che avesse approcciato Winnipeg Goldeyes per strapparli alle leghe, e persino nominato Pete Rose per il Canadian Baseball Hall of Fame.[3]

Inizialmente i grandi progetti parvero possibili. La lega annunciò un accordo con il canale sportivo The Score),[4] mentre 5100 spettatori assistettero al match inaugurale a London (Ontario).[5]

Comunque, nonostante le promesse iniziali, la lega non riuscì a raggiungere l'obiettivo di 2000 spettatori a partita. Solo due società superarono i 1000 di media: Victoria a 1700 e Calgary a 1000.[6] Quattro non raggiunsero i 300 di media: Kelowna (271), Saskatoon (256), Welland (181) e Trois-Rivieres (163).[5] Il contratto tv fu cancellato dopo sole sei settimane dopo che la CBL non riuscì a trovare abbastanza sponsor da coprire i costi di produzione.[6]

La squadra di Montreal non giocò mai nella propria città per mancanza di campi.

Il colpo di grazia fu l'All-star game, disputato a Calgary. Incapace di assorbire ulteriori perdite, la lega sospese le operazioni. Una folla di oltre 5700 persone vide la partita finale terminare in pari. Pur avendo perso 4 milioni $ nella CBL,[6] Mallett inizialmente promise di avviare la stagione 2004. Infine ciò che restava della lega fu venduto all'asta il 1º dicembre 2003 a Vancouver e la lega cessò di esistere.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

I Calgary Outlaws furono proclamati vincitori della Jenkins Cup avendo il record migliore al momento del fallimento dell'associazione.

West Division

East Division

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "CBL receivership not a fall classic", Vancouver Courier, August 4, 2004
  2. ^ Ballparkwatch.com, September 5, 2002
  3. ^ No Rose, but former Blue Jays slugger Carter voted in, ESPN.com, March 13, 2003
  4. ^ Canadian Baseball League gets National TV deal, Channelcanada.com, January 23, 2003
  5. ^ a b enterstageright.com, Jackson Murphy, July 21, 2003
  6. ^ a b c Empty Field of Dreams, thetyee.ca, April 5, 2004

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]