Campo di ghiaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un campo di ghiaccio (in inglese ice field o icefield) è un'area ghiacciata inferiore ai 50.000 km², di solito situata nei climi freddi, a latitudini elevate e con sufficienti precipitazioni:[1] si tratta di una vasta area di ghiacciai interconnessi da cui emergono le cime più alte, i cosiddetti nunatak.

I campi di ghiaccio sono più grandi dei ghiacciai alpini, più piccoli delle calotte di ghiaccio e simili alle cappe di ghiaccio.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I campi di ghiaccio si formano a seguito di un grande accumulo di neve che, attraverso anni di compressione e congelamento, si trasforma in ghiaccio. A causa della forza di gravità a cui è soggetto il ghiaccio, essi di solito si trovano su bacini o altipiani che consentono di avere un paesaggio glaciale continuo, non interrotto da canali di ghiaccio.

I ghiacciai spesso si formano ai margini dei campi di ghiaccio, servendo da sbocco agli stessi: a loro volta i campi di ghiaccio compensano con le nevicate la perdita del ghiaccio che serve ad alimentare i ghiacciai limitrofi.

I campi di ghiaccio si distinguono dalle cappe di ghiaccio perché sono vincolati dalla topografia: infatti, non rivestendo completamente di ghiaccio l'area su cui sorgono, essi, nei loro movimenti, devono fare i conti con la geografia del luogo. Un campo di ghiaccio, quindi, non ha la caratteristica forma a cupola delle cappe di ghiaccio: queste ultime, rivestendo completamente l'area su cui sorgono, non sono vincolate dal terreno nei loro flussi.

Principali aree ghiacciate del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Si riportano di seguito, in ordine di grandezza, le principali aree ghiacciate del mondo, siano esse calotte di ghiaccio, cappe di ghiaccio o campi di ghiaccio:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Glossario di termini importanti in geologia glaciale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]