Campionato del mondo di scacchi 1975

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il campionato del mondo di scacchi 1975 avrebbe dovuto vedere la sfida tra Robert Fischer, campione in carica, e Anatoly Karpov.

Il match tuttavia non ebbe mai luogo a causa di dissidi tra Fischer e la FIDE sul formato del campionato: l'americano infatti chiese di abbandonare il formato delle 24 partite, chiedendo invece che il campione fosse il giocatore che vincesse per primo 10 partite, senza contare le patte, e che in caso di 9-9 il campione conservasse il titolo. In un congresso a Nizza, la FIDE accolse parzialmente la proposta, stabilendo che il campione sarebbe stato il primo a vincere 10 partite, oppure il giocatore in vantaggio dopo 36 partite; fu invece rifiutata la clausola del 9 pari, che avrebbe reso necessario allo sfidante la vittoria per 10-8. In risposta a questo, Fischer lasciò il titolo.

Nel marzo 1975, un congresso straordinario della FIDE, tenutosi a Osterbek, accolse la richiesta di non porre limiti al campionato, ma rifiutò di nuovo la clausola del 9 pari. Fischer rifiutò di giocare, e il 3 aprile Karpov, nel frattempo qualificatosi per sfidare l'americano, venne proclamato campione del mondo.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le qualificazioni per il campionato furono comunque giocate. Fu la prima volta in cui vennero giocati due tornei interzonali: uno a San Pietroburgo, dal 3 al 28 luglio 1973, altro a Petropolis, in Brasile, tra il 23 luglio e il 27 agosto. Entrambi i tornei furono giocati con la formula del girone all'italiana tra 18 giocatori, con tre qualificati per torneo. Efim Geller, Lev Polugaevsky e Lajos Portisch, arrivati secondi a pari merito nell'interzonale di Petropolis, dovettero giocare uno spareggio a Portorose, tra il 5 e il 22 settembre, che eliminò Geller.

I match dei candidati furono delle sfide individuali, ad eliminazione diretta, tra otto giocatori (i sei degli interzonali più Boris Spassky (sconfitto nell'ultimo campionato del mondo) e Tigran Petrosian (che aveva perso l'ultima finale dei candidati). Le sfide si svolsero con le seguenti formule:

  • i quarti al meglio delle 16 partite o 3 vittorie;
  • le semifinali al meglio delle 20 partite o 4 vittorie;
  • la finale al meglio delle 24 partite o 5 vittorie.

Tutte le partite, eccetto la finale, si conclusero per il numero di vittorie; tra parentesi è indicato il numero di patte.

  Quarti
Semifinali
Finale
                           
 Anatoly Karpov 3  
 Lev Polugaevsky 0  
   Anatoly Karpov 4  
   Boris Spassky 1  
 Boris Spassky 3
 Robert Byrne 0  
   Anatoly Karpov 12,5
   Viktor Korchnoi 11,5
 Viktor Korchnoi 3  
 Henrique Mecking 1  
   Viktor Korchnoi 3
   Tigran Petrosian 1  
 Tigran Petrosian 3
 Lajos Portisch 2  

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo di scacchi
1886, 1889, 1891, 1892 (Steinitz) | 1894, 1897, 1907, 1908, 1910/I, 1910/II (Lasker) | 1921 (Capablanca) | 1927, 1929, 1934 (Alechin) | 1935 (Euwe) | 1937 (Alechin) | 1948, 1951, 1954 (Botvinnik) | 1957 (Smyslov) | 1958 (Botvinnik) | 1960 (Tal') | 1961 (Botvinnik) | 1963, 1966 (Petrosjan) | 1969 (Spassky) | 1972 (Fischer) | 1975, 1978, 1981, 1984 (Karpov) | 1985, 1986, 1987, 1990 (Kasparov)
Titolo diviso
PCA/"Classici" FIDE
1993, 1995 (Kasparov) | 2000, 2004 (Kramnik) 1993, 1996, 1998 (Karpov) | 1999 (Chalifman) | 2000 (Anand) | 2002 (Ponomarëv) | 2004 (Kasymdžanov) | 2005 (Topalov)
Riunito
2006 (Kramnik) | 2007, 2008, 2010, 2012 (Anand) | 2013, 2014 (Carlsen)
scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi