Campionato argentino di rugby a 15 1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato argentino di rugby a 15 1963
19° Campeonato Argentino 1963
Competizione Campionato argentino di rugby a 15
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 19ª
Luogo Argentina Argentina
Partecipanti 9
Formula eliminazione diretta
Risultati
Vincitore Buenos Aires
(2º titolo)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1962 1964 Right arrow.svg


Il Campionato argentino di rugby a 15 1963 è stato vinto dalla selezione di Buenos Aires che ha battuto in finale la selezione della Cordoba

Le squadre come già nel 1961 e 1962, sono state divise in 4 zone. Le vincenti in semifinale. Per motivi disciplinari furono escluse dal campionato le selezioni di Mar del Plata e Valle de Lerma (Salta).

Preliminari[modifica | modifica sorgente]

ZONA A
1º sett. Santa Fe - Rosario 8 - 31 Paranà


ZONA B
28 luglio Sur - Rio Negro y Neuquén 28 - 7 Base Naval, Puerto Belgrano
15 agosto Buenos Aires - Sur 63 - 3 CASI, Buenos Aires
7 sett. Rio Negro y Neuquén - Buenos Aires 0 - 98 Neuquen
  • Classifica: 1. Buenos Aires 2. Rio Negro y Neuquén 3. Sur


ZONA C
15 sett. UR del Norte - Córdoba 11 - 19 Tucumán


ZONA D
1º sett. San Juan - Cuyo 19 - 15 San Juan


Semifinali[modifica | modifica sorgente]

Buenos Aires
22 settembre 1963
Buenos Aires 30 – 14 Rosario CASI
Arbitro Tomás Blades (Buenos Aires)

San Juan
22 settembre 1963
San Juan 0 – 32 Cordoba
Arbitro Fernando R. Malmierca (Tucumán)

Finale[modifica | modifica sorgente]

Córdoba
29 settembre 1963
Cordoba 3 – 9 Buenos Aires
Arbitro Carlos M. Seminario (Buenos Aires)

Incontri speciali[modifica | modifica sorgente]

Furono disputati due incontri speciali. Uno tra le "vecchie" selezioni bonarensi di "Capital e Provincia ed una tra la selezione di Buenos Aires ed una denominata "El resto"

Buenos Aires
9 luglio 1963
Capital 6 – 13 Provincia C.A.S.I.
Arbitro R. Caldwell (Buenos Aires)


Buenos Aires
15 settembre 1963
Buenos Aires 10 – 11 El resto C.A.S.I.
Arbitro Emilio Aiccardi (Buenos Aires)


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]