Campionato mondiale di pallavolo maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato mondiale
di pallavolo maschile
Sport Volleyball (indoor) pictogram.svg Pallavolo
Tipo Nazionali
Federazione FIVB
Titolo Campione del Mondo
Cadenza Quadriennale
Partecipanti 24
Sito Internet http://www.fivb.org
Storia
Fondazione 1949
Detentore Brasile Brasile

I Campionati mondiali maschili di pallavolo sono una competizione sportiva internazionale a cadenza quadriennale organizzata dalla Fédération Internationale de Volleyball (FIVB), la Federazione Internazionale della pallavolo.

Si tratta di un torneo tra nazionali, che assegna il titolo di campione del mondo alla nazionale vincitrice.


Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo campionato del mondo maschile di pallavolo si tenne nel 1949 in Cecoslovacchia, tuttavia parteciparono solamente squadre europee, in tutto 10. Nel palaghiaccio di Praga, per l'occasione coperto da terra e cemento, vinse l'Unione Sovietica. Durante la premiazione, per protesta verso il regime di allora, il pubblico cecoslovacco se ne andò e non ascoltò l'inno russo. La seconda edizione si svolse nel 1952 in URSS, dove si giocò anche il primo campionato del mondo femminile. Partecipò una selezione in più e per la prima volta l'India e il Libano, che evitarono un secondo mondiale "europeo". Da allora la manifestazione si tiene ogni quattro anni, con la sola eccezione dei mondiali del 1960 e del 1962, quando l'introduzione della pallavolo ai Giochi olimpici rese necessario spostare i mondiali agli anni pari in cui non si disputano i Giochi olimpici.

Nel 1956 in Francia si dà via al primo mondiale a 24 squadre, e per la prima volta, a vincere non è la solita Unione Sovietica, ma un'altra formazione dell'Europa dell'Est: la Cecoslovacchia. Nel 1960 si ha il primo mondiale al di fuori del vecchio continente: si disputa infatti in Brasile, lo vince nuovamente l'URSS. Gli stessi sovietici si aggiudicarono anche il mondiale casalingo (in Ucraina) di quattro anni dopo, ma a dare spettacolo sono i giapponesi, che introducono nuove tecniche: i tre tocchi, un colpo in schiacciata particolare e la "veloce". Il loro gioco punta sulla velocità e si sviluppa principalmente al centro, oltre ad impiegare un unico palleggiatore, anziché i classici due. Gli anni '70 si aprono con una prima sorpresa: in Bulgaria, la Nazionale Sovietica, per la prima volta, non riesce a centrare il podio in questa manifestazione (giungeranno appena sesti), il successo invece andrà, un po' a sorpresa alla Germania Est. Più avanti, nel 1974 si tornerà fuori dall'Europa, in Messico, dove ad aggiudicarsi il titolo sarà la Polonia, confermando comunque la piena supremazia delle nazionali provenienti dall'Est Europa, mentre quattro anni più tardi, con il mondiale italiano del 1978 si decise il campione del mondo con una partita di finale. Anche in questo caso, vittoria della solita formazione Sovietica sugli Azzurri, padroni di casa, prima formazione occidentale a centrare il podio. Nell'1982, in Argentina, fanno il loro debutto gli Americani, facendo accrescere, anche in questa disciplina sportiva, la rivalità tipica della Guerra Fredda. E saranno proprio gli Statunitensi ad aggiudicarsi il titolo nell'86 in Francia, sconfiggendo in finale gli storici rivali, nonché favoriti, Sovietici nella finale, quando pochi giorni prima, gli stessi, si erano già affrontati in una partita del girone eliminatorio, in cui a vincere erano stati proprio i russi. Gli anni '90 sono quelli del dominio italiano, capace di vincere tre edizioni di fila, nel 1990, nel 1994 e nel 1998, mentre il nuovo millennio assiste alla consacrazione della nazionale brasiliana con 3 titoli, ottenuti nel 2002, nel 2006 e nel 2010.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Edizione Podio
Anno Organizzatore Campione Seconda Terza
1949
Dettagli
Cecoslovacchia Cecoslovacchia URSS
URSS
Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Bulgaria
Bulgaria
1952
Dettagli
URSS URSS URSS
URSS
Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Bulgaria
Bulgaria
1956
Dettagli
Francia Francia Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Romania
Romania
URSS
URSS
1960
Dettagli
Brasile Brasile URSS
URSS
Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Romania
Romania
1962
Dettagli
URSS URSS URSS
URSS
Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Romania
Romania
1966
Dettagli
Cecoslovacchia Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Cecoslovacchia
Romania
Romania
URSS
URSS
1970
Dettagli
Bulgaria Bulgaria Germania Est
Germania Est
Bulgaria
Bulgaria
Giappone
Giappone
1974
Dettagli
Messico Messico Polonia
Polonia
URSS
URSS
Giappone
Giappone
1978
Dettagli
Italia Italia URSS
URSS
Italia
Italia
Cuba
Cuba
1982
Dettagli
Argentina Argentina URSS
URSS
Brasile
Brasile
Argentina
Argentina
1986
Dettagli
Francia Francia Stati Uniti
Stati Uniti
URSS
URSS
Bulgaria
Bulgaria
1990
Dettagli
Brasile Brasile Italia
Italia
Cuba
Cuba
URSS
URSS
1994
Dettagli
Grecia Grecia Italia
Italia
Paesi Bassi
Paesi Bassi
Stati Uniti
Stati Uniti
1998
Dettagli
Giappone Giappone Italia
Italia
Jugoslavia
Jugoslavia
Cuba
Cuba
2002
Dettagli
Argentina Argentina Brasile
Brasile
Russia
Russia
Francia
Francia
2006
Dettagli
Giappone Giappone Brasile
Brasile
Polonia
Polonia
Bulgaria
Bulgaria
2010
Dettagli
Italia Italia Brasile
Brasile
Cuba
Cuba
Serbia
Serbia
2014
Dettagli
Polonia Polonia

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra 1º posto 2º posto 3º posto Totale
1 URSS URSS 6 2 3 11
2 Italia Italia 3 1 - 4
Brasile Brasile 3 1 - 4
4 Cecoslovacchia Cecoslovacchia 2 4 - 6
5 Polonia Polonia 1 1 - 2
6 Stati Uniti Stati Uniti 1 - 1 2
7 Germania Est Germania Est 1 - - 1
8 Romania Romania - 2 2 4
9 Bulgaria Bulgaria - 1 4 5
10 Cuba Cuba - 2 2 4
11 Serbia Serbia - 1 1 2
12 Paesi Bassi Paesi Bassi - 1 - 1
Russia Russia - 1 - 1
14 Giappone Giappone - - 2 2
15 Argentina Argentina - - 1 1
Francia Francia - - 1 1

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pallavolo Portale Pallavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallavolo