Campe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Campe è una figura della mitologia greca, era la custode del Tartaro.

Aveva l'aspetto di una donna anziana per la metà superiore, per la metà inferiore di drago ricoperta di serpenti, come i suoi capelli. Dove si congiungono le due metà la pelle ribolle e talvolta si formano teste di animali. Può essere armata di due sciabole avvelenate. Gea predisse a Zeus che avrebbe potuto vincere la guerra contro i Titani e spodestare il padre Crono solo se si fosse alleato con i Ciclopi, (Arge, Sterope e Bronte) che tempo addietro erano stati confinati nel Tartaro dallo stesso Crono. Questi li aveva utilizzati nella guerra contro Urano e in seguito se ne era sbarazzato temendo le loro abilità di fabbri di oggetti magici.

Zeus quindi decise di liberarli e non ci pensò due volte ad uccidere Campe. Liberò così Ciclopi e gli Ecatonchiri. Secondo un'altra versione Zeus si limitò ad ubriacarla per poi procedere all'apertura della prigione.

Campe è nominata anche nel libro Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: La battaglia del labirinto come guardiana del centimani Briareo.

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca