Cambodia Angkor Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cambodia Angkor Air
Cambodia Angkor Air Airbus A321 Simon.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATA K6
Codice ICAO KHV
Identificativo di chiamata CAMBODIA AIR
Inizio operazioni di volo 28 luglio 2009
Descrizione
Basi
Flotta 7
Destinazioni 6
Azienda
Fondazione 2009
Stato Cambogia Cambogia
Sede Phnom Penh
Gruppo Vietnam Airlines
Persone chiave Trinh Hong Quang (CEO)
Slogan Proudly the national flag carrier
Sito web www.cambodiaangkorair.com
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Cambodia Angkor Air è la compagnia aerea di bandiera[1] della Cambogia e ha sede nella capitale Phnom Penh.[2] Gli hub principali sono l'Aeroporto Internazionale di Siem Reap-Angkor e l'Aeroporto Internazionale di Phnom Penh. La struttura è di proprietà del Governo della Cambogia (51%) e di Vietnam Airlines (49%).

Storia[modifica | modifica sorgente]

La compagnia viene fondata nel 2009 su decisione del governo della Cambogia per rimpiazzare la Royal Air Cambogia, che dichiarò bancarotta nel 2001. Ha iniziato le operazioni di volo il 28 luglio 2009 concentrandosi nel servire rotte turistiche per portare turisti in Cambogia, in particolare nel famoso sito archologico di Angkor Wat.[3]

Destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Cambogia Cambogia
Thailandia Thailandia
Vietnam Vietnam

Flotta[modifica | modifica sorgente]

La fotta di Cambodia Ankor Air a giugno 2013 ha un'età media di 3,5 anni e consiste nei seguenti aeromobili:[4]

Flotta di Cambodia Angkor Air
Aereo In flotta Passeggeri Note
C Y Totale
Airbus A321-200
5
16
162
178
ATR 72-500
2
0
67
67

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Recruitment Announcement, Cambodiaangkorair.com, 26 luglio 2009.
  2. ^ (EN) "Contact Us." Cambodia Angkor Air. Consultato il 5 gennaio 2013. "Phnom Penh (Head Office): House 206ª , Preah Norodom Boulervard, Sangkat Tonle Bassac, Khan Chamkarmorn, Phnom Penh, Cambodia."
  3. ^ (EN) Cambodia launches national airline in Saigon Giai Phong, 27 luglio 2009. URL consultato il 10 luglio 2013.
  4. ^ (EN) Cambodia Angkor Air Fleet Details and History, Planespotters.net, 19 giugno 2013. URL consultato l'11 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]