Camacite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Camacite
Classificazione Strunz 1/A.07-20
Formula chimica (Fe,Ni)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino monometrico
Sistema cristallino isometrico
Classe di simmetria esottaedrica
Parametri di cella a=8,603
Gruppo puntuale 4/m 3 2/m
Gruppo spaziale F m3m
Proprietà fisiche
Densità 7,9 g/cm³
Durezza (Mohs) 4
Sfaldatura indistinta
Frattura dentellata, spigolosa
Colore nero ferro, grigio acciaio
Lucentezza metallica
Opacità opaca
Striscio grigi
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La camacite è un minerale scoperto nel 1861 nell'isola di Disko in Groenlandia. Il nome deriva dalla parola greca kamask che significa asta, stecca. È una lega naturale di ferro e nichel. La specie è stata discreditata dall'IMA in quanto è ritenuta una varietà di ferro nativo ricca di nichel.[1]

Abito cristallino[modifica | modifica sorgente]

Origine[modifica | modifica sorgente]

Giacitura[modifica | modifica sorgente]

È il principale costituente delle meteoriti ferrose.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica sorgente]

Si presenta in masse compatte ed uniformi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Ernst A. J. Burke, A mass discreditation of GQN minerals in The Canadian Mineralogist, vol. 44, 2006, pp. 1557-1560. URL consultato il 9 maggio 2012.
mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia