Calvatia excipuliformis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Calvatia excipuliformis
Calvatia excipuliformis.jpg
Calvatia excipuliformis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Lycoperdales
Famiglia Lycoperdaceae
Genere Calvatia
Specie C. excipuliformis
Nomenclatura binomiale
Calvatia excipuliformis
(Scop.) Perdeck, 1950
Caratteristiche morfologiche
Calvatia excipuliformis
Cappello no disegno.png
Cappello no
Smooth icon.png
Imenio liscio
No gills icon.svg
Lamelle no
Brown spore print icon.png
Sporata marrone
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Foodlogo.svg
Commestibile

Calvatia excipuliformis (Scop.) Perdeck, Blumea 6: 490 (1950)

La Calvatia excipuliformis si riconosce facilmente dalle altre Lycoperdaceae per la strana forma, con il gambo molto allungato.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Corpo fruttifero[modifica | modifica wikitesto]

8-30 cm di altezza, a forma di pestello da mortaio; costituito da una testa rotondeggiante e un gambo grosso e lungo, leggermente rugoso; color bianco o giallo ocra, poi brunastro; la superficie superiore è coperta da granulazioni o piccoli aculei concolori, che presto cadono lasciando libero un fondo giallo da cui, per lacerazione della parte interna, fuoriescono le spore.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Prima bianca poi verdastra e bruno-porporina a maturità; base sterile, spugnosa, brunastra.

Odore e sapore: gradevoli.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Oliva-brune o brunastre in massa; sferiche e nettamente verrucose.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Fruttifica dalla tarda estate fino a tutto l'autunno, nei terreni incolti, brughiere, pascoli e boschi, isolati o a gruppi.

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Ottima purché consumato quando la carne è bianca. Offre la massima resa tagliato a fette e impanato.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino excipulus = vaso e formis = forma, a forma di vaso.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Handkea excipuliformis (Scop.) Kreisel, Nova Hedwigia 48(3-4): 283 (1989)
  • Lycoperdon excipuliforme (Scop.) Pers., Synopsis Methodica Fungorum (Göttingen) 1: 143 (1801)
  • Lycoperdon saccatum Vahl.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia