Calum Davenport

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calum Davenport
Calum Davenport.jpg
Dati biografici
Nome Calum Raymond Paul Davenport
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 193 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Wootton Blue Cross
Carriera
Giovanili
2000-2001 Coventry City Coventry City
Squadre di club1
2001-2004 Coventry City Coventry City 74 (3)
2004 Tottenham Tottenham 0 (0)
2004 West Ham West Ham 10 (0)
2004-2005 Tottenham Tottenham 1 (0)
2005 Southampton Southampton 7 (0)
2005 Norwich City Norwich City 16 (1)
2005-2007 Tottenham Tottenham 14 (1)
2007-2008 West Ham West Ham 6 (0)
2008 Watford Watford 1 (0)
2008-2009 West Ham West Ham 7 (1)
2009 Sunderland Sunderland 8 (0)
2009-2010 West Ham West Ham 0 (0)
2010- Wootton Blue Cross 1 (0)
Nazionale
Inghilterra Inghilterra U-21 8 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 marzo 2010

Calum Raymond Paul Davenport (Bedford, 1º gennaio 1983) è un calciatore inglese, difensore del Wootton Blue Cross.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Difensore, dopo gli inizi in Premier League col Coventry City (in cui ha fatto anche le giovanili) passa al Tottenham, quindi nel 2007 si trasferisce al West Ham.

Il 17 marzo 2010 rescinde consensualmente il contratto che lo lega al West Ham.[1]

L'aggressione[modifica | modifica sorgente]

Nella notte tra il 22 e 23 agosto 2009, il giocatore e la madre sono stati aggrediti e accoltellati: nell'aggressione Davenport è rimasto gravemente ferito ad entrambi gli arti inferiori (al punto che in un primo momento la gamba sinistra sembrava dovesse essere amputata):[2] la madre è rimasta ferita anch'essa gravemente da una coltellata allo stomaco.

L'aggressione è stata compiuta da due giovani conoscenti della sorella del giocatore, di nome Cara, con scopi intenzionali dopo un litigio.[3] L'operazione a cui è stato sottoposto il giocatore è durata 4 ore e le condizioni del giocatore sono rimaste a lungo molto gravi. È ancora da stabilire se lo sfortunato difensore potrà tornare a giocare a calcio a livello professionistico. Gli aggressori sono stati in seguito identificati e arrestati.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Davenport departs, whufc.com, 17-03-2010.
  2. ^ News of the World
  3. ^ BBC News

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]