Callander (Scozia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Callander
burgh
Callander/Calasraid
Callander – Veduta
Dati amministrativi
Stato Regno Unito Regno Unito
   Scozia Scozia
Area amministrativa Stirling
Territorio
Coordinate 56°14′38.51″N 4°12′52.06″W / 56.244031°N 4.214461°W56.244031; -4.214461 (Callander)Coordinate: 56°14′38.51″N 4°12′52.06″W / 56.244031°N 4.214461°W56.244031; -4.214461 (Callander)
Abitanti 2,754 (2001)
Altre informazioni
Prefisso (+44) 01877 33
Fuso orario UTC+0
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Callander
Sito istituzionale

Callander (in gaelico scozzese: Calasraid; 2.700 ab. ca.) è un'ex-località termale[1] della Scozia centrale, facente parte della contea di Stirling (contea storica: Perthshire[2]) e situata nell'area delle Trossachs e lungo il corso del fiume Teith[3].

È considerata comunemente la "porta d'accesso" alle Highlands.[4]

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Collocazione[modifica | modifica sorgente]

Callander si trova lungo il margine orientale del Loch Lomond & the Trossachs National Park[1], a circa metà strada tra Lochearnhead e Stirling (rispettivamente a sud della prima e a nord/nord-ovest della seconda) [1].

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Al censimento del 2001, Callander contava una popolazione pari a 2.754 abitanti.[5]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Architettura[modifica | modifica sorgente]

Sulla via principale di Callander, si affacciano edifici storici risalenti alla fine del XIX secolo, l'epoca in cui la cittadina era una popolare località termale.[1]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Tra i luoghi di interesse di Callander, vi è il Rob Roy and Trossachs Visitor Centre, che ospita un'esposizione sulla vita dell'eroe scozzese Rob "Roy" MacGregor.[6]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, Touring Club, Torino, 2007, p. 188
  2. ^ Genuki: Callander
  3. ^ http://www.trout-salmon-fishing.com/scotland-river-teith.htm
  4. ^ Undiscovered Scotland: Callander
  5. ^ Scro.gov.uk: Callander
  6. ^ A.A.V.V., Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2003

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]