Calibi (popolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I chalybes o chaldoi (greco: Χάλυβες, Χάλυβοι, Χάλδοι), in italiano calibi, erano una tribù dell'antichità classica a cui viene attribuita l'invenzione della siderurgia.

Erano stanziati nell'Anatolia settentrionale, vicino alle rive del Mar Nero, dall'Halys a Pharnakeia e Trebisonda a oriente e verso sud fino all'Armenia Minore.

Le principali informazioni riguardo alla storia dei calibi provengono da fonti classiche, inclusi Omero, Erodoto, Strabone e Senofonte. I chaldoi/chalybes, mossynoikoi e Tubal/Tabal/Tibareni, vengono annoverati dagli autori classici fra i primi popoli fabbri. [1] Nel periodo romano, i chaldaei (omonimi ma senza nessuna relazione con i caldei semitici) e i chalybes vengono menzionati da Plutarco (Lucull. c. 14) come stanziati nella Cappadocia Pontica, o parte del Pontus Cappadocicus della provincia romana del Ponto.

Χάλυψ, il nome della tribù in greco, significa "ferro temperato, acciaio", un termine passato al latino come chalybs, "acciaio". A sua volta citato come possibile origine del termine Excalibur, il nome della leggendaria spada di Re Artù. Sayce fa derivare il nome greco chalybe dall'ittita Khaly-wa, "terra di Halys" [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strabone, XI., 14.5
  2. ^ (EN) La colonizzazione greca della regione del Mar Nero p. 74

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Giorgi Leon Kavtaradze: Probleme der historischen Geographie Anatoliens und Transkaukasiens im ersten Jahrtausend v. Chr., in: Orbis Terrarum 2 (1996) S. 191-216 [1].
  • (RU) Дэвид Лэнг (David Marshall Lang): Грузины. Хранители святынь, Москва. Центрполиграф, 2006. pp. 71-72
  • (EN) The New Arthurian Encyclopedia (1995)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]