Calcio ai Giochi panamericani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torneo di calcio ai Giochi panamericani
Logo della competizione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo squadre nazionali Under-17 e Under-20 (dal 2007)[1]
Federazione PASO
Titolo Campione panamericano
Cadenza quadriennale
Partecipanti 12 (nell'edizione 2011)
Storia
Fondazione 1951
Detentore Ecuador Ecuador U-17

Il calcio è presente ai Giochi panamericani sin dalla loro creazione, avvenuta nel 1951. In tale disciplina primeggia, per numero di medaglie, la Nazionale di calcio dell'Argentina, con 6 ori, 1 argento e 3 bronzi. Mentre nelle prime edizioni la competizione era riservata alle Nazionali A, in seguito sono state ammesse a partecipare solo le selezioni Under-20 per la CONCACAF e quelle Under-17 per la CONMEBOL, con la possibilità di convocare tre fuori quota.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

In occasione dei I Giochi panamericani di Buenos Aires la PASO decise d'inserire il calcio tra gli sport della manifestazione. Le squadre partecipanti furono cinque: i padroni di casa dell'Argentina, il Cile, la Costa Rica, il Paraguay e il Venezuela. Era prevista anche la partecipazione del Brasile, ma la CBD decise di ritirare la squadra il 16 febbraio, nove giorni prima dell'inizio del torneo.[3] Dato che ai Giochi potevano partecipare solamente atleti dilettanti, l'Argentina e il Cile convocarono elementi appartenenti a squadre giovanili; Costa Rica e Venezuela, invece, poterono impiegare i propri migliori giocatori, dato che i campionati nazionali non erano professionistici; ancor diverso fu il comportamento del Paraguay, che decise di partecipare alla manifestazione utilizzando la rosa della squadra di club dello Sport Colombia, integrandola con alcuni calciatori provenienti da altre società.[3] A ottenere la prima medaglia d'oro fu l'Argentina, che superò agevolmente le altre formazioni.[3]

I Giochi dal 1955 al 1971[modifica | modifica wikitesto]

A Città del Messico ebbe luogo la seconda edizione del torneo: Argentina e Venezuela furono le uniche della prima edizione a partecipare anche alla seconda. Le altre due squadre del torneo furono Messico e Antille Olandesi, entrambe al loro debutto.[4] Ancora una volta, a vincere fu l'Argentina, seguita dal Messico.[4] Nel 1959 vi fu un cospicuo aumento del numero dei partecipanti, che da 4 passò a 7: Argentina, Brasile, Costa Rica, Cuba, Haiti, Messico e Stati Uniti composero il girone, che prevedeva che ogni squadra affrontasse tutte le altre.[5] Per il terzo anno consecutivo fu l'Argentina a ottenere la medaglia d'oro; la stessa selezione albiceleste, quella brasiliana, quella statunitense e quella messicana presero parte al torneo con squadre prive dei consueti titolari, e non considerano ufficiali gli incontri giocati.[5] Nel 1963, per i Giochi di San Paolo, fu istituito un torneo di qualificazione per le formazioni sudamericane (chiamato Campeonato Sudamericano de Acesso e disputato a Lima, in Perù, nel 1962).[6] A ottenere il posto furono Brasile, Argentina e Cile.[7] Nell'incontro tra Brasile e USA, terminato 10-0 in favore dei sudamericani, Aírton Beleza stabilì il primato di 7 reti segnate in un solo incontro.[8] Il Brasile terminò al primo posto nel girone, composto da cinque squadre, e ottenne la sua prima medaglia d'oro nel torneo calcistico.[7] Nel 1967, a Winnipeg, per la prima volta furono creati due gironi, ciascuno con quattro squadre.[9] Arrivarono in finale Messico e Bermuda, alla sua prima partecipazione: ad avere la meglio furono i messicani, che superarono i rivali per 4-0 dopo i tempi supplementari.[9] Nel 1971 il torneo venne ulteriormente allargato, e furono istituiti tre gruppi da 4 squadre: ciascun girone aveva la sua sede dove venivano disputati tutti gli incontri. Il girone A si teneva a Cali, il girone B a Cartago e il girone C a Buga e Tuluá.[10] Le prime due classificate d'ogni gruppo passavano alla fase successiva, che era composta da un unico girone da 6 squadre. La vittoria fu nuovamente appannaggio dell'Argentina, che primeggiò nel gruppo con 9 punti e nessuna sconfitta.[10]

Dal 1975 al 1999[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1975 i Giochi tornarono in Messico, vent'anni dopo Città del Messico 1955: il formato del torneo calcistico mutò nuovamente, arrivando a includere quattro gruppi nella prima fase e due nella seconda: venivano poi disputate la finalissima e la partita per il 3º-4º posto.[11] In questa edizione si verificò un fatto particolare: Messico e Brasile, le finaliste, decisero di non proseguire l'incontro durante i tempi supplementari, e la medaglia d'oro fu dunque assegnata a entrambe le squadre.[11] Nel 1979 a San Juan (Porto Rico) vennero istituiti tre gironi, ciascuno con tre squadre: le formazioni della CONCACAF avevano disputato, nell'aprile 1979, un torneo di qualificazione.[12] Il Brasile vinse in finale contro Cuba, mentre l'Argentina ottenne il bronzo superando la Costa Rica.[12] Nel 1983 a Caracas vinse l'Uruguay, che superò il Brasile nell'ultima gara; ancora una volta le selezioni nordamericane e centroamericane dovettero partecipare a dei tornei di qualificazione, mentre per il Sudamerica parteciparono le squadre meglio piazzate al Campionato sudamericano di calcio Under-20 1983.[13] A Indianapolis, nel 1987, a vincere fu il Brasile di Carlos Alberto Silva, che sconfisse il Cile ai supplementari.[14] A Cuba, nel 1991, la finale vide contrapposte le Nazionali di USA e Messico; a vincere furono gli statunitensi, grazie alla rete al quinto minuto del primo tempo supplementare di Joe-Max Moore.[15] A questa edizione parteciparono solo otto squadre, divise in due gruppi da quattro ciascuno.[15] Il torneo di Mar del Plata 1995 vide il ritorno ai tre gironi da quattro formazioni: i padroni di casa dell'Argentina ebbero la meglio sul Messico ai calci di rigore.[16] Capocannoniere della manifestazione fu Marcelo Gallardo, con 6 reti.[16] Il 1999 vide l'introduzione del torneo femminile, e fu introdotto il limite d'età (potevano partecipare solo squadre Under-23) per il torneo maschile.[17] La manifestazione riservata agli uomini fu vinta dal Messico, mentre la prima edizione di quella femminile vide la vittoria degli Stati Uniti.

Gli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 il limite d'età del torneo maschile fu modificato: le Nazionali centronordamericane dovettero impiegare giocatori Under-22, mentre quelle sudamericane giocatori al di sotto dei 20 anni.[18] La competizione femminile, invece, restò invariata. I Giochi di Santo Domingo vennero vinti da Argentina (uomini) e Brasile (donne). Nel 2007 a Rio de Janeiro a vincere furono l'Ecuador Under-17 per gli uomini e il Brasile per le donne.[2]

Torneo maschile[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Paese Finale 3º-4º posto
Oro Risultato Argento Bronzo Risultato 4º posto
1951
Dettagli
Argentina
Buenos Aires, Argentina
Argentina Argentina Costa Rica Costa Rica Cile Cile Venezuela Venezuela
1955
Dettagli
Messico
Città del Messico, Messico
Argentina Argentina Messico Messico Antille Olandesi Antille Olandesi Venezuela Venezuela
1959
Dettagli
Stati Uniti
Chicago, Stati Uniti d'America
Argentina Argentina Brasile Brasile Stati Uniti Stati Uniti Haiti Haiti
1963
Dettagli
Brasile
San Paolo, Brasile
Brasile Brasile Argentina Argentina Cile Cile Uruguay Uruguay
1967
Dettagli
Canada
Winnipeg, Canada
Messico Messico 4–0
dts
Bermuda Bermuda Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago 4–1 Canada Canada
1971
Dettagli
Colombia
Cali, Colombia
Argentina Argentina Colombia Colombia Cuba Cuba Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
1975
Dettagli
Messico
Città del Messico, Messico
Messico Messico
Brasile Brasile
1–1
dts
(titolo condiviso)
Argentina Argentina 2–0 Costa Rica Costa Rica
1979
Dettagli
Porto Rico
San Juan, Porto Rico
Brasile Brasile 3–0 Cuba Cuba Argentina Argentina 2–0 Costa Rica Costa Rica
1983
Dettagli
Venezuela
Caracas, Venezuela
Uruguay Uruguay Guatemala Guatemala Brasile Brasile
1987
Dettagli
Stati Uniti
Indianapolis, Stati Uniti d'America
Brasile Brasile 2–0
dts
Cile Cile Argentina Argentina 0–0
(5–4)

dcr
Messico Messico
1991
Dettagli
Cuba
L'Avana, Cuba
Stati Uniti Stati Uniti 2–1
dts
Messico Messico Cuba Cuba 1–0 Honduras Honduras
1995
Dettagli
Argentina
Mar del Plata, Argentina
Argentina Argentina 0–0
(5–4)

dcr
Messico Messico Colombia Colombia 3–0 Honduras Honduras
1999
Dettagli
Canada
Winnipeg, Canada
Messico Messico 3–1 Honduras Honduras Stati Uniti Stati Uniti 2–1 Canada Canada
2003
Dettagli
Rep. Dominicana
Santo Domingo, Repubblica Dominicana
Argentina Argentina 1–0 Brasile Brasile Messico Messico 0–0
(5–4)
dcr
Colombia Colombia
2007
Dettagli
Brasile
Rio de Janeiro, Brasile
Ecuador Ecuador 2–1 Giamaica Giamaica Messico Messico 1–0 Bolivia Bolivia
2011
Dettagli
Messico
Guadalajara, Messico
Messico Messico 1-0 Argentina Argentina Uruguay Uruguay 2-1 Costa Rica Costa Rica

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Oro Argento Bronzo
Argentina Argentina 6 (1951*, 1955, 1959, 1971, 1995*, 2003) 2 (1963), (2011) 3 (1975, 1979, 1987)
Brasile Brasile 4 (1963*, 1975, 1979, 1987) 2 (1959, 2003) 1 (1983)
Messico Messico 4 (1967, 1975*, 1999, 2011) 3 (1955*, 1991, 1995) 2 (2003, 2007)
Stati Uniti Stati Uniti 1 (1991) 2 (1959*, 1999)
Ecuador Ecuador 1 (2007)
Uruguay Uruguay 1 (1983) 1 (2011)
Cile Cile 1 (1987) 2 (1951, 1963)
Cuba Cuba 1 (1979) 2 (1971, 1991*)
Colombia Colombia 1 (1971*) 1 (1995)
Bermuda Bermuda 1 (1967)
Costa Rica Costa Rica 1 (1959)
Guatemala Guatemala 1 (1983)
Honduras Honduras 1 (1999)
Giamaica Giamaica 1 (2007)
Antille Olandesi Antille Olandesi 1 (1955)
Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago 1 (1967)

* = nazione ospitante

Torneo femminile[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Paese Finale 3º-4º posto
Oro Risultato Argento Bronzo Risultato 4º posto
1999
Dettagli
Canada
Winnipeg, Canada
Stati Uniti Stati Uniti 1–0 Messico Messico Costa Rica Costa Rica 1–1
(4–3)
dcr
Canada Canada
2003
Dettagli
Rep. Dominicana
Santo Domingo, Repubblica Dominicana
Brasile Brasile 2–1
dts
Canada Canada Messico Messico 4–1 Argentina Argentina
2007
Dettagli
Brasile
Rio de Janeiro, Brasile
Brasile Brasile 5–0 Stati Uniti Stati Uniti Canada Canada 2–1 Messico Messico
2011
Dettagli
Messico
Guadalajara, Messico
Canada Canada 4-3 (d.c.r.) Brasile Brasile Messico Messico 1-0 Colombia Colombia

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Oro Argento Bronzo
Brasile Brasile 2 (2003, 2007*) 1 (2011)
Canada Canada 1 (2011) 1 (2003) 1 (2007)
Stati Uniti Stati Uniti 1 (1999) 1 (2007)
Messico Messico 1 (1999) 2 (2003, 2011)
Costa Rica Costa Rica 1 (1999)

* = nazione ospitante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In precedenza (1951-1983) furono ammesse solo Nazionali maggiori formate da calciatori dilettanti; dal 1987 al 1995 presero parte le selezioni olimpiche; nel 1999 le Under-23; nel 2003 le Under-22 per la CONCACAF e le Under-20 per la CONMEBOL.
  2. ^ a b (EN) Marcelo Leme de Arruda, Panamerican Games 2007, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  3. ^ a b c (EN) Barrie Courtney; José Mora Rivera, Panamerican Games 1951, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  4. ^ a b (EN) Barrie Courtney; Neil Morrison; José Mora Rivera, Panamerican Games 1955, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  5. ^ a b (EN) Mikael Jönsson; Dave Litterer; Neil Morrison; José Mora Rivera, Panamerican Games 1959, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  6. ^ (EN) José Caldas e Almeida, Campeonato Sudamericano de Acesso, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  7. ^ a b (EN) José Mora Rivera, Panamerican Games 1963, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  8. ^ (ENPT) Seleção Brasileira Restritiva (1952-1963), RSSSF Brasil. URL consultato il 20-1-2011.
  9. ^ a b (EN) José Mora Rivera, Panamerican Games 1967, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  10. ^ a b (EN) José Mora Rivera, Panamerican Games 1971, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  11. ^ a b (EN) Erik Garin, Panamerican Games 1975, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  12. ^ a b (EN) José Mora Rivera, Panamerican Games 1979, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  13. ^ (EN) Neil Morrison, Panamerican Games 1983 - Match Details, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  14. ^ (EN) Osvaldo Gorgazzi, Panamerican Games 1987, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  15. ^ a b (EN) Josef Bobrowsky, Panamerican Games 1991, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  16. ^ a b (EN) Juan Pablo Andrés, Panamerican Games 1995, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  17. ^ (EN) Stephen Halchuk; Francisco Fernández; James Goloboy; Dave Litterer, Panamerican Games 1999, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.
  18. ^ (EN) James Goloboy; Marcelo Leme de Arruda, Panamerican Games 2003, RSSSF. URL consultato il 30-6-2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Ernesto Rodríguez III, Libro I de los Juegos Panamericanos: de 1951 a 2011, Buenos Aires, Alarco Ediciones, ISBN 978-987-1367-36-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio