Calanoida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Calanoidi
Diaptomus GLERL 1.jpg
Diaptomus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Maxillopoda
Sottoclasse Copepoda
Superordine Gymnoplea

Giesbrecht, 1882 [1]

Ordine Calanoida

Sars, 1903

Famiglie

Vedi testo.

I Calanoidi (Calanoida) costituiscono un ordine di copepodi facente parte dello zooplancton. Comprende 43 famiglie con circa 2000 specie sia marine che di acqua dolce[2]. I copepodi calanoidi giocano un ruolo importante in molte reti alimentari, catturando energia dal fitoplancton e dalle alghe e «reimpacchettandola» per essere consumata da predatori di livello trofico più elevato, come uccelli, pesci e mammiferi. Molti pesci oggetto di pesca commerciale dipendono dai calanoidi sia per l'alimentazione delle forme larvali che per quella degli adulti. Le balene con i fanoni, come la balena della Groenlandia, si nutrono dei copepodi del genere Calanus e Neocalanus, e lo stesso fanno alcuni uccelli marini planctofagi, come le alche minori crestate, le alche minime e le gazze marine minori.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

I Calanoidi comprendono le seguenti famiglie e il genere Microdisseta, incertae sedis.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ J. W. Martin & G. E. Davis, An Updated Classification of the Recent Crustacea (PDF), Natural History Museum of Los Angeles County, 2001, pp. 132 pp.
  2. ^ D. Boltovskoy, M. J. Gibbons, L. Hutchings & D. Binet, General biological features of the South Atlantic in D. Boltovskoy (a cura di), Zooplankton of the South Atlantic, Backhuys Publishers, Leiden, 1999.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi