Caenolestidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cenolestidi
Shrew opossum - Caenolestidae.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Metatheria
Superordine Ameridelphia
Ordine Paucituberculata
Superfamiglia Caenolestoidea
Famiglia Caenolestidae
Trouessart, 1898
Generi

I Cenolestidi (Caenolestidae) sono una famiglia di mammiferi marsupiali caratteristici del Sudamerica. È l’unica famiglia della superfamiglia Caenolestoidea e dell'ordine Paucitubercolati che contiene specie viventi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I cenolestidi, comunemente detti "opossum toporagno" per la loro somiglianza con i toporagni, sono piccoli marsupiali, con lunghezza compresa tra 9 e 14 cm. La coda è lunga e non prensile. Il muso è lungo e appuntito, gli occhi piccoli e poco acuti. Il colore può essere marrone, grigio o nero.

Le femmine hanno da quattro a sette paia di mammelle, a seconda della specie, e sono prive di marsupio.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Sono fondamentalmente insettivori, ma si cibano anche di frutta e di piccoli vertebrati. L'attività è concentrata nelle ore notturne e all'alba. Le loro abitudini riproduttive sono poco conosciute, anche per la scarsa accessibilità del loro habitat.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vivono nelle Ande, soprattutto settentrionali, ad altezza compresa tra 2000 e 4000 m. Solo la specie che vive nel Cile meridionale (Rhyncholestes raphanurus) si trova all'altezza di circa 1000 m.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende tre generi e sei specie:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi