Cadenza di pedalata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La cadenza di pedalata, o più comunemente cadenza, è la velocità alla quale un ciclista pedala. Si misura usualmente in rpm, sigla inglese dell'espressione revolutions per minute (rivoluzioni per minuto), cioè giri di pedale effettuati ogni minuto.

Sono stati effettuati numerosi studi su quali possa essere la cadenza di pedalata alla quale si possa esprimere la massima potenza con un rendimento ottimizzato, arrivando a risultati spesso contrastanti fra loro, passando da frequenze estremamente basse (addirittura 30-50 rpm) ad altissime (oltre 120rpm). Rimane tuttavia un fattore molto soggettivo per ogni ciclista, che dipende anche dal tipo di fibra muscolare di cui l'atleta dispone.

Usualmente si predilige una cadenza di pedalata in pianura che va dalle 90 alle 110 pedalate al minuto. In linea del tutto generale questo valore tende a diminuire al diminuire della velocità, e quindi anche in salita (dove comunque si raccomanda di stare al di sopra delle 60-70rpm a seconda dei casi), mentre aumenta all'aumentare della velocità (seppure non in modo proporzionale). È stato anche dimostrato che, a parità di velocità, se si procede "in scia" ad un qualsiasi mezzo si tende inconsapevolmente ad utilizzare dei rapporti più "agili", quindi a incrementare la cadenza di pedalata: questo fenomeno è sfruttato dagli agonisti per migliorare la propria capacità di pedalare maggiormente con cadenze alte attraverso i cosiddetti "allenamenti dietro motore", che consistono nel procedere sempre dietro ad un'automobile (anche in salita).

Alcune specialità, come nel caso della pista, comportano solitamente una cadenza di pedalata maggiore che su strada.

La cadenza può essere misurata con opportuni strumenti elettronici che danno il valore in tempo reale, posizionando un sensore sulla pedivella ed un altro sul telaio.

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo