CD Projekt RED

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da CD Projekt RED STUDIO)
CD Projekt RED
Stato Polonia Polonia
Tipo Società anonima
Fondazione 2002 a Varsavia
Sede principale Varsavia, Polonia
Gruppo CD Projekt
Persone chiave Marcin Iwiński (AD)
Settore Videogiochi
Sito web en.cdprojektred.com/

CD Projekt RED è una società sviluppatrice di videogiochi polacca, nata nel febbraio 2002 da CD Projekt. Il primo titolo prodotto è stato The Witcher, un videogioco di ruolo basato sui romanzi di Andrzej Sapkowski.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dopo il successo internazionale di The Witcher, la CD Projekt si è concentrata sullo sviluppo di videogiochi. Nel febbraio 2008, la CD Projekt ha acquistato lo studio Metropolis Software, il quale è stato poi fuso con CD Projekt RED.[1]

Assistenza[modifica | modifica sorgente]

CD Projekt RED è apertamente contro l'inclusione di tecnologie DRM all'interno dei videogiochi. La compagnia crede infatti che il DRM non sia una misura efficiente contro la pirateria. La società si è basata sui dati di vendita di The Witcher 2: la prima versione, con il DRM incluso, è stata piratata 4,5 milioni di volte, mentre quella priva di DRM molto meno.[2] Di conseguenza, The Witcher 3 verrà rilasciato direttamente senza DRM sin dall'inizio.[3] Un'altra politica di marketing apprezzata di CD Projekt RED è il rilascio di patch e aggiornamenti gratuiti per il miglioramento dei propri videogiochi dopo il rilascio, in contrapposizione alla pubblicazione di contenuti scaricabili a pagamento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Randy Kalista, Metropolis Software and CD Projekt form super Central European development house, GamingNexus.com, 18 febbraio 2008. URL consultato il 31 marzo 2009.
  2. ^ Daniel Nye Griffiths, 'The Truth Is, It Doesn't Work' - CD Projekt On DRM, Forbes.com, 18 novembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2013.
  3. ^ Marcin Iwinski, No DRM in The Witcher 3: Wild Hunt - an open letter to the community, CD Projekt RED, 30 ottobre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]